Giovedì 18 Luglio 2013

Cessione del quinto di stipendio

Accordo fra il Creval e Ibl Banca

Mario Giordano e Franco Masera ad e presidente Ibl Banca e Miro Fiordi ad Credito Valtellinese

Nuovo accordo per il Gruppo Credito Valtellinese, 540 filiali in undici regioni, oltre 150mila soci e azionisti. È stato firmata ieri, infatti, fra il Creval e Ibl Banca l’intesa che consentirà ai clienti del Gruppo Creval di accedere ai finanziamenti contro cessione del quinto dello stipendio e della pensione erogati da Ibl Banca. La distribuzione, dopo una prima fase sperimentale in alcune filiali, sarà estesa a tutta la rete operativa del Gruppo Creval entro l’anno. L’accordo consente ai clienti, dipendenti e pensionati, delle Banche del Gruppo Creval di richiedere un prestito personale - con durata da 24 a 120 mesi per un importo massimo finanziabile di 50 mila euro – con rata mensile trattenuta direttamente sullo stipendio o sulla pensione entro il limite di un quinto del totale percepito. «L’accordo con Ibl Banca - sottolinea Miro Fiordi, amministratore delegato del Credito Valtellinese - ci dà l’opportunità di incrementare ulteriormente il credito concesso alle famiglie, che costituiscono, unitamente alle piccole e medie imprese, la nostra clientela di riferimento. La nuova offerta - continua Fiordi - arricchisce la gamma dei prodotti dedicati, quali i mutui e i prestiti personali, e altresì affianca le numerose iniziative a favore delle famiglie nell’attuale contesto di riferimento, come la sospensione delle rate dei mutui, i finanziamenti per l’anticipo della Cassa integrazione ed altre forme di sostegno promosse da Istituzioni locali. Siamo particolarmente lieti - spiega Fiordi - inoltre di aver avviato una collaborazione con Ibl Banca, una realtà storica, attiva e qualificata nel settore del credito contro cessione del quinto».

© riproduzione riservata