Cerca borragine in giardino: si sbaglia e finisce al Morelli
Il pensionato è stato salvato dai medici dell’ospedale Morelli di Sondalo

Cerca borragine in giardino: si sbaglia e finisce al Morelli

Il pensionato ha mangiato per errore la digitale, pianta tossica. «Sono stato una settimana in ospedale, due giorni in rianimazione».

Era certo di aver raccolto nel giardino di casa la borragine, ma dopo averla cucinata e mangiata ha rischiato davvero grosso. Aveva ingerito la digitale, pianta tossica che viene utilizzata nei farmaci per i cardiopatici, che avrebbe potuto provocare un arresto cardiaco.

È stato ricoverato per un paio di giorni in rianimazione, ma dopo una settimana al Morelli, il pensionato grosino che è scampato al pericolo ed ora è a casa ci racconta la sua disavventura a lieto fine.

C’è stata la lavanda gastrica e il carbone da bere: «Ho chiuso gli occhi e l’ho mandato giù, ma il sapore è proprio quello». E infine si sono aperte le porte della rianimazione per due giorni. «Io non ho avuto paura di morire, ma i medici erano preoccupati perché la tossicità della pianta aveva alterato i valori del sangue, ma poi l’allarme è rientrato».

Leggi l’articolo completo sull’edizione di mercoledì 9 dicembre de La Provincia di Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA