C’è un fagiano a spasso per Laglio  Ecco il fagiano diventato mascotte
Il fagiano fotografato sul lungolago di Laglio

C’è un fagiano a spasso per Laglio

Ecco il fagiano diventato mascotte

Da un mese gira indisturbato e arriva a Carate Urio, nessuno lo tocca

Forse è arrivato dalla montagna, forse è scappato da casa e non riesce più a tornare, magari è stato liberato; i più pessimisti giuravano che lo splendido esemplare maschio di fagiano non avrebbe avuto vita lunga considerato, ahimè, il pregio della sua carne, e invece a distanza di un mese circa dal primo avvistamento, l’animale zampetta ancora sulle sponde rivierasche e di andarsene non sembra proprio avere intenzione. È una storia curiosa e certamente insolita quella che arriva dai tre paesini lacustri e protagonista è proprio lui, un grosso fagiano dal piumaggio perfetto, collo verde e testolina rossa, che da marzo ha fatto il suo arrivo in zona lago. La prima volta è stato notato a Laglio, in zona del Municipio, adagiato sul muretto che si godeva il panorama, tra lo stupore dei passanti. Del resto, non è certo quello il suo habitat naturale.

La scena non è passata inosservata e non sono mancate alcune fotografie all’animale impassibile finché qualcuno non ha provato a prenderlo.

A quel punto il fagiano ha spiegato le ali e si è allontanato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA