C’è l’accordo per le strade del Rolla  Il nuovo parcometro sarà a Triangia
Il nuovo parcometro sarà collocato in piazzetta a Triangia

C’è l’accordo per le strade del Rolla

Il nuovo parcometro sarà a Triangia

Convenzione tra Sondrio, Postalesio e Castione per la gestione unitaria. I ticket giornalieri passano da 3 a 5 euro - Critico il centrosinistra: «Così si penalizza il turismo»

Sondrio si accorda con Castione e Postalesio per gestire i ticket delle strade montane sul Rolla, ma sulle tariffe e sull’organizzazione si accende la polemica a palazzo Pretorio. Nel mirino delle critiche del centrosinistra c’è soprattutto l’aumento dei prezzi dei pass, che secondo Sondrio democratica e Pd rischia di penalizzare la fruizione del Rolla da parte di turisti e sportivi, mentre per l’amministrazione comunale a “pareggiare” il rincaro va calcolato che i permessi daranno accesso a più strade. Se n’è parlato in commissione consiliare martedì sera, quando l’assessore alla Mobilità Carlo Mazza e il comandante dei vigili Mauro Bradanini hanno presentato la convenzione con Castione e Postalesio per la gestione degli accessi alle rispettive strade Vasp (per usare l’“etichetta” burocratica), un testo già approvato dal consiglio comunale di Castione e all’ordine del giorno a breve anche a Postalesio.

«È interesse comune lavorare insieme su questo tema - ha spiegato Mazza – e con questa intesa abbiamo trovato una soluzione che risponde alle esigenze dei cittadini». Tramite Abaco, nella piazzetta di Triangia verrà installato un nuovo parcometro che rilascerà i permessi di transito per le strade agro-silvo-pastorali di tutti e tre i Comuni, fornendo i ticket validi per una giornata, tre giorni oppure una settimana. «Gli incassi saranno poi suddivisi fra i tre enti con il criterio dello sviluppo chilometrico delle strade Vasp - ha spiegato Bradanini -, mentre ciascun Comune continuerà a gestire in proprio il rilascio degli altri permessi e dei ticket richiesti nei rispettivi uffici».

Il primo elemento su cui si sono appuntate le critiche dei gruppi di opposizione è il costo dei permessi: «Il giornaliero passa da 3 a 5 euro, per tre giorni il prezzo sale da 5 euro a 10, il settimanale costerà 15 euro anziché 8 – ha detto Francesco Bettinelli di Sondrio democratica -. Le tariffe in pratica raddoppiano, si è parlato spesso del monte Rolla come risorsa da valorizzare in chiave turistica e sportiva, ma mi sembra che con questa modalità si penalizzino questi aspetti, anziché incentivarli». E non mancano nemmeno le perplessità sul sistema di gestione: «È chiaro che bisogna ragionare in un’ottica di collaborazione con i Comuni vicini - ha affermato Michele Iannotti del Pd -, ma mi sembra che questa organizzazione non sia congrua per il nostro Comune. Le strade più utilizzate sono quelle di Sondrio, ma gli introiti verranno suddivisi in base ai chilometri e gli altri Comuni terranno per sé gli incassi dei permessi rilasciati dai loro uffici». Andrea Zoia di Sondrio civica ha quindi proposto l’installazione di altri parcometri anche a Postalesio e Castione, «per suddividere in modo più equo gli incassi», un’ipotesi che l’amministrazione non ha escluso per il futuro.

«I costi aumentano, ma con il ticket si possono percorrere più strade rispetto ai permessi precedenti», ha rimarcato il consigliere di maggioranza Domenico Mariconda (Sondrio viva), mentre l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Massera ha ricordato che «il riparto verrà effettuato al netto dei costi sostenuti dal nostro Comune».


© RIPRODUZIONE RISERVATA