Castello, morto sacrestano   Fatale la caduta dalla scala
Giordano Gregorini, sacrestano di Castello

Castello, morto sacrestano

Fatale la caduta dalla scala

Non ce l’ha fatta: Giordano Gregorini si è spento in ospedale. Il sindaco: «Vicino alla famiglia, amico che ha fatto molto per la comunità».

Non ce l’ha fatta Giordano Gregorini, quarantacinquenne di Castello Dell’Acqua, sacrestano della chiesa parrocchiale di San Michele, caduto mercoledì pomeriggio da una scala sulla quale era salito per pulire i vetri della chiesa di Castello. L’uomo, per le gravi conseguenze riportate nell’incidente, è spirato giovedì sera all’ospedale Morelli di Sondalo, dove era stato ricoverato. In lutto due paesi interi: Castello dove l’uomo, celibe, viveva con la sua famiglia e dove prestava il suo preziosissimo aiuto in chiesa e per la Chiesa, e Teglio dove lavorava come operaio comunale.

«Sono affranto da questa tragedia – dice il sindaco di Castello Dell’Acqua, Andrea Pellerano -, Giordano era un amico e una persona che molto ha fatto per la comunità di Castello, dove era un riferimento per tutti. Ha pagato con la vita la sua devozione per la chiesa. Sono vicino alla famiglia che, come succede in caso di improvvise dipartite, è frastornata».

Pellerano ricorda anche come Gregorini fosse sempre solerte ed attento a inviargli sms per ricordare le varie ricorrenze religiose e non solo del paese. Parole di vicinanza vengono espresse anche dal sindaco di Teglio: «Era un operaio modello, ben voluto da tutti e si è sempre dato da fare non solo per la parrochia di Castello, ma anche per quella di Teglio e frazioni. Gregorini era una persona di una sensibilità incredibile, che lascerà un vuoto».

L’arciprete di Teglio, don Fla vio Crosta, unito da amicizia personale a Giordano, lo ricorda con parole di stima. «Pur nella sua fatica (Giordano era disabile, nda) ha sempre avuto una grande voglia di vivere e di dare un senso alla sua vita con il suo essere disponibile per la comunità civile e religiosa - dichiara don Flavio -. Interpreto questa voglia di mettersi in gioco come tentativo di dimostrare che i limiti (fisici) sono superabili e ne ha dato dimostrazione con il suo impegno». La data dei funerali non è stata ancora fissata, ma è probabile che saranno celebrati domenica pomeriggio nella chiesa di Castello Dell’Acqua a Giordano tanto cara.


© RIPRODUZIONE RISERVATA