«Case allagate quando piove. Non si può andare avanti così»
Lo smottamento che si è verificato sabato sera dopo un violento temporale

«Case allagate quando piove. Non si può andare avanti così»

Protesta a Sondalo dopo lo smottamento di sabato sera a Verzedo. «Ho telefonato in Prefettura, mi hanno detto di fare un esposto»

«Tutte le volte che c’è un temporale, noi siamo qui con il mal di pancia, perché l’acqua vien giù, non ha sfogo e ci allaga le case». Rasenta la disperazione Antonio Bettini, 71 anni di Treviglio, proprietario di una seconda casa a Sondalo, nella frazione di Verzedo. Proprio Verzedo sabato scorso, dopo il violento temporale serale, è stata investita da una colata di fango e detriti provenienti dalla val Cameraccia, nel Comune di Valdisotto. La frana ha ricoperto anche la strada provinciale che collega con l’Alta Valle e da lì è scesa andando a fare danni alle abitazioni delle famiglie di Verzedo, contrada che si trova sotto la provinciale.
Bettini non era a Verzedo sabato sera, ma appena i vicini gli hanno detto quello che era accaduto, di fretta e furia ha raggiunto la Valtellina per capire cosa fosse successo. Purtroppo per lui non è la prima volta. «Anche due anni fa è capitato che la casa venisse allagata ed ero in Spagna, sono dovuto tornare di corsa – afferma -. Sono veramente arrabbiato, perché non possiamo vivere con il terrore che, ad ogni pioggia, l’acqua entri nelle cantine. Questa volta il temporale ha colpito più duramente la mia abitazione, mentre due anni fa quella del vicino. Devo ringraziare i conoscenti e gli amici che sono intervenuti con i Vigili del fuoco e poi mi hanno aiutato a liberare la cantina e a pulire tutto. Ci siamo arrangiati. A parte gli amici, però, nessuno degli enti pubblici è venuto per vedere cosa fosse successo e dirmi qualcosa».
Bettini non punta il dito contro nessun ente in particolare, ma è esausto di questa situazione che continua a ripetersi. «Non intendo chiedere i danni, ma cosa devo fare – domanda -? Ho telefonato in Prefettura e mi hanno che devo presentare un esposto che poi sarà valutato. Il sindaco di Sondalo, Luigi Grassi, ha garantito che provvederà a risolvere il problema. Lo spero, una buona volta. Capita spesso, invece, che passati due mesi da frane o alluvioni tutti si dimentichino e così nessun intervento viene messo in campo fino al successo evento. Non sono un tecnico, ma ci sono tubazioni piccole che subito si otturano di sassi e materiale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA