Casa di riposo, cresce la lista di attesa
La casa di riposo in località Raschi è gestita da una fondazione

Casa di riposo, cresce la lista di attesa

Chiavenna. Lo scorso anno furono 86 le richieste non evase

I posti letto accreditati sono 119, ma la popolazione anziana è in crescita

Servirebbe un raddoppio degli spazi esistenti per assorbire la lista d’attesa. La tendenza non è nuova, ma i dati relativi al bilancio al 31 dicembre 2017 della Fondazione Casa di Riposo Città di Chiavenna evidenziano quella che sta diventando un’emergenza per la valle del Mera.I posti letto sono 119, accreditati dalla Regione Lombardia, largamente insufficienti a coprire i bisogni della valle. La popolazione invecchia e sempre di più sono gli anziani in là con gli anni in condizioni di totale o parziale non autosufficienza. Al 1 gennaio 2018 la lista d’attesa comprendeva 196 domande di ricovero. Bisogna tendere in considerazione anche l’andamento della lista durante l’anno. Se nel 2015 la lista d’attesa era mediamente di poco inferiore a 57 unità, nel 2016 è cresciuta a 72,3%. Nel 2017 nuovo balzo in avanti fino a quota 86,8.

I dati parziali del 2018 sembrano confermare la situazione. Fortunatamente, perché ci sono pure notizie positive, anche per quanto riguarda i costi a carico degli utenti. Le rette rimarranno invariate, nonostante da parte di Regione Lombardia i rimborsi non siano più aggiornati da qualche anno, anche per il prossimo esercizio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA