Carnevalissimo a Morbegno, corsa contro il tempo
Il Brucaliffo di Alice nel paese delle meraviglie è stato uno dei carri di una passata edizione

Carnevalissimo a Morbegno, corsa contro il tempo

Il 7 febbraio è molto vicino e tra i gruppi che organizzano maschere e carri c’è un certo affanno. I volontari delle realizzazioni allegoriche hanno battuto in ritirata già da tempo ed è mancato un ricambio.

Carnevalissimo a Morbegno: parte lo sprint. Il Carnevale che quest’anno arriva presto, con le sfilate, le maschere in piazza già il 7 febbraio sta vedendo i tanti consueti gruppi mascherati e i «carristi» gli allestitori dei carri allegorici, al lavoro, per una data che incombe.

«Stiamo iniziando a tirare le fila dell’apparato organizzativo - ha detto ieri da Morbegno il vicesindaco Gabriele Magoni - quello che possiamo anticipare è che la manifestazione ricalcherà nella formula il Carnevalissimo dell’anno passato, l’edizione 2015 era andata bene, e vogliamo proseguire su quella strada. Rendiamo tra l’altro noto, che le iscrizioni sono ancora aperte: carri, gruppi mascherati, che volessero essere a sfilare nel corteo che percorrerà il “triangolo” del centro storico, tra via Garibaldi, Nani, Vanoni, sarà ben accetto».

Dunque iscrizioni ancora aperte e suspance per quelli che saranno i portacolori dello spirito carnevalesco e goliardico di Morbegno città. Negli ultimi anni le adesioni sono arrivate un po’ all’ultimo momento, i gruppi storici sono usciti di scena.

«Gli allestitori che realizzavano i carri imponenti per il Carnevalissimo morbegnese - spiega Franco Cerri, uno degli animatori “storici” con il suo gruppo, della manifestazione - sappiamo che sono usciti di scena. Si lavorava per mesi a preparare tutto negli spazi al coperto dell’ex centrale di Campovico. Poi quella location non era più stata disponibile. Avevamo preparato carri in seguito per un paio d’anni al polo fieristico e, successivamente, ci siamo messi da parte. Il grande carro ha bisogno dello spazio al coperto per potere essere preparato al meglio. In tempi recenti davamo una mano all’oratorio, ma sono un’organizzazione che si mette in moto all’ultimo e noi abbiamo altri tempi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA