Mercoledì 09 Ottobre 2013

Capitan Sciaini derubato

ma il ladro non sa guidare

Christian Sciani temeva di non poter più riavere la sua moto e invece è stata ritrovata

La tecnica è nota. Prima i ladri fanno un buco nella claire del garage, poi la aprono e portano via la moto o l’auto. È successo anche a, a Mese, ma questa volta ai malviventi è andata male.

I colpi falliti

La banda – si tratta sicuramente di più persone – nella notte fra domenica e lunedì ha concentrato la propria attenzione su alcune abitazioni situate sulla Trivulzia, all’altezza di via Papa Giovanni Paolo II. Come avvenuto in altre occasioni in provincia di Sondrio e a Chiavenna, in un primo momento hanno tagliato la claire vicino alla serratura. Poi hanno infilato una mano nel buco, spostando la piccola parte di lamiera, e hanno aperto senza incontrare difficoltà.

Un gioco da ragazzi, insomma.

Successivamente hanno portato via il veicolo dal valore più elevato. Nel garage diChristian Sciaini, titolare del pub “Il sorel” di Pratogiano e capitano dell’hockey club Chiavenna, c’era una Ducati Streetfighter, una moto da oltre 15mila euro. Ma il ladro non è un buon pilota. Dopo essere partito, non ha rispettato le procedure necessarie per l’avviamento e la guida di un mezzo di questo tipo. La moto viaggiava a strappi e per il conducente non è stato possibile proseguire. L’uomo ha abbandonato la Ducati nella zona di via Roma, a poche centinaia di metri dalla casa di Sciaini e di un vicino oggetto delle stesse attenzioni.

© riproduzione riservata