Cantine entra nel vivo, potenziati i treni
Secondo fine settimana dedicato all’enogastronomia valtellinese a Morbegno e dintorni (Foto by Foto Sandonini)

Cantine entra nel vivo, potenziati i treni

Secondo weekend Domani Trenord prevede due corse speciali da Morbegno per Milano alle 23,45 e alle 24,05. Il 10 ottobre saranno tre le corse serali - Intanto aprono i percorsi verde e oro in città e Bema esordisce a Gustosando.

Nuove località coinvolte, tutti gli itinerari aperti, ad eccezione di Mello, che inaugura il prossimo fine settimana, centinaia di volontari che si apprestano a fare funzionare la macchina organizzativa di quella che sta diventando, una delle più grandi e territorialmente diffuse sagre enogastronomiche lombarde.

Morbegno in Cantina 2015, al secondo fine settimana della manifestazione, dopo il week end di inaugurazione andato in scena nello scorso sabato e domenica, mette subito qualche punto fermo sul fronte della mobilità in uscita da Morbegno. «Per questo sabato e anche per il prossimo - è stato chiarito dal Consorzio turistico Porte di Valtellina - verranno assicurati dei treni serali speciali per il rientro di chi si muove grazie al trasporto su rotaia. Sabato 3 ottobre saranno garantiti due convogli con partenza da Morbegno, uno alle 23,45, e uno alle 24,05. La prossima settimana i treni del sabato sera saranno tre, uno alle 22,28, uno alle 23,45, e uno alle 24,05». Le corse tutte in direzione Milano Centrale fermeranno anche a Colico, Bellano, Varenna, Mandello, Lecco e Monza. E in quei giorni, la biglietteria di Morbegno resterà aperta fino a mezzanotte e mezza. «Trenord - ha affermato l’azienda ferroviaria - ha previsto un presidio speciale per assistenza e informazione dei viaggiatori».

Sul fronte della festa, quattro i percorsi che accoglieranno i visitatori a Morbegno, oltre al “giallo” e “rosso” inizieranno la loro personale maratona di degustazioni e mescite, anche il percorso “verde”, target medio, 20 euro per il giro per nove cantine con degustazione di vini doc, docg e grandi rossi di Valtellina, e l’itinerario “oro”. Si cammina attraverso luoghi caratteristici, «sette location storiche e cantine con la degustazione di dodici vini tra bianchi, riserve e sforzati di Valtellina», proposti dai sommelier dell’Ais, l’Associazione italiana di esperti di “calici e etichette”. In abbinamento vengono offerti assaggi di prodotti tipici, e il costo è di 40 euro.

Tra le sempre più articolate postazioni di Gustosando, i “tour” a mezza costa e nelle località alpine del morbegnese, c’è fermento a Bema.


© RIPRODUZIONE RISERVATA