Cantiere aperto in piazza Basilica  «Una zona a misura di pedone»
Cantiere aperto in piazza Basilica a Madonna di Tirano per realizzare una serie di interventi

Cantiere aperto in piazza Basilica

«Una zona a misura di pedone»

Lavori in corso in pieno centro a Tirano per rendere l’area ancora più sicura. Sarà posata una pavimentazione in porfido rialzata e saranno spostate le strisce pedonali.

È un grande cantiere piazza Basilica a Madonna di Tirano. Casualmente due interventi che l’amministrazione comunale aveva in programma sono partiti contemporaneamente e proseguiranno nelle prossime settimane. Parliamo della riqualificazione della pavimentazione e viabilità della piazza per renderla più sicura in particolare per i pedoni, nonché della realizzazione dei nuovi servizi igienici a favore di pellegrini, turisti e visitatori.

Partendo dalla prima opera, l’intervento si articolerà in due momenti. «Ora siamo partiti con la parte che si trova vicino alla porta santa del santuario della Beata Vergine, mentre dopo Pasqua si proseguirà con l’area opposta fino all’incrocio con via Rasica – preannuncia l’assessore ai lavori pubblici Daniele Pola -. In sostanza i lavori riguardano la costruzione di una pavimentazione in porfido rialzata, che andrà a connettersi con quella realizzata di fronte alla porta santa».

Non solo questo però. Ma anche opere legate a rendere ancora più tranquilla e lontana dai rischi l’area interessata. «Metteremo in sicurezza anche le strisce pedonali attualmente presenti che verranno spostate più in direzione della rotonda - la sottolineatura che arriva sempre dall’esponente della giunta tiranese -. Inoltre il dehor del bar Sant’Ambros verrà spostato lievemente verso la piazza, affinché il passaggio pedonale sia più largo. Finora i pedoni avevano timore quando dovevano passarci, perché costretti fra la pedana con i tavolini e l’ingresso del locale. In questo modo ci sarà uno scivolo più ampio».

Una volta che sarà completata questa porzione della piazza, dopo Pasqua l’amministrazione comunale si concentrerà su quella opposta. Il tentativo è quello di far sembrare le due parti della piazza, ora divise dalla strada per la Svizzera, più unite. L’operazione prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche, nel senso che verrà creato un unico rialzo che parte dall’incrocio con via Rasica fino al sagrato.

Le auto potranno come sempre entrare in piazza in direzione di via Rasica, ma verrà tolto un po’ di spazio alla carreggiata (anche per il fatto che vige un senso unico di marcia) per darlo alla viabilità pedonale. Il rialzo darà la sensazione di essere su un percorso protetto dove la velocità deve essere moderata. Per evitare possibili situazioni di pericolo per la circolazione e consentire l’esecuzione dei lavori in sicurezza, il comandante della polizia locale Fabio Della Bona ha disposto il divieto di transito a tutti i veicoli (fatto eccetto i residenti e quelli destinati al carico e scarico) lungo la strada comunale di piazza Basilica nel tratto compreso fra l’incrocio con via Elvezia e l’incrocio con via Sondrio fino al 16 marzo.

In vista dell’estate piazza Basilica acquisterà un nuovo volto con un intervento volto a rendere il luogo più a misura di pedone, visto che l’idea di pedonalizzare completamente la zona – seppure ogni tanto torni in auge – nessuna amministrazione ha mai concretizzato, a fronte delle perplessità di esercenti e commercianti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA