Campodolcino, da casa cantoniera a ostello. Il conto lo paga Anas
L’immobile è chiuso da tempo (Foto by Foto lisignoli)

Campodolcino, da casa cantoniera a ostello. Il conto lo paga Anas

L’immobile avrà una nuova vita: potrà diventare un B&B con servizio di bike sharing

La casa cantoniera di Campodolcino trasformata in un ostello. È questa l’idea di Anas, che in questi giorni ha lanciato il progetto “Le case cantoniere e il turismo sostenibile”.

Tra i 25 progetti pilota riguardanti le case sparse su tutto il territorio italiano spunta anche quella di Campodolcino, ormai inutilizzata da tempo.

Anas si farà carico della ristrutturazione dell’immobile e definirà lo standard di servizi che dovranno essere resi disponibili in modo tale da garantire uniformità all’intera rete. Campodolcino è inserita nel progetto “Sport e benessere”. La casa cantoniera potrà diventare un ostello, una locanda, un agriturismo o un bed&breakfast con infopoint per il turismo locale, starting point per percorsi turistici locali e per attività sportive, ristorante a tema per la promozione di eccellenze locali, stazione per l’affitto di bici, scooter e attrezzature per lo sci. Il tutto da affidare a giovani imprenditori in base a progetti e capacità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA