Campodolcino, cittadinanza onoraria ai Carabinieri
Il sindaco Giuseppe Guanella con il generale Tullio Del Sette

Campodolcino, cittadinanza onoraria ai Carabinieri

il comandante generale dell’Arma Tullio Del Sette in paese per ricevere l’onorificenza

«A 156 anni dall’istituzione di questa stazione, questa giornata dimostra la profondità e la forza del rapporto fra i carabinieri e la comunità». Oggi il Comune di Campodolcino ha conferito la cittadinanza onoraria all’Arma dei carabinieri e per riceverla è salito da Roma il comandante generale, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette.

«La cittadinanza onoraria è una grande attestazione di stima: c’è apprezzamento per quello che l’Arma fa nelle comunità locali - ha detto il numero uno dell’Arma -. La stazione è presente in questo paese dal momento dell’Unità d’Italia. I militari che si sono succeduti sono riusciti a conservare e a sviluppare un rapporto così intenso e proficuo con la cittadinanza al punto da poter ricevere un’onorificenza così importante». Nella giornata di festa, iniziata nella caserma guidata dal maresciallo Marco Romoli, situata proprio davanti al municipio, non è mancata la solidarietà nei confronti della popolazione dell’Italia centrale devastata dal terremoto.

Del Sette, che è stato affiancato dai comandanti interregionale Vincenzo Coppola, regionale Teo Luzi e provinciale Paolo Ferrarese, ha ricevuto dal primo cittadino Giuseppe Guanella una pergamena con le motivazioni della cittadinanza onoraria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA