Camion cisterna Gpl si ribalta sul lago  Paura per due valtellinesi
Ecco come è stato trovato il camion cisterna ribaltato nel terreno di Corrido

Camion cisterna Gpl si ribalta sul lago

Paura per due valtellinesi

L’intervento dei pompieri nella zona di Ponte di Sotto. Gli occupanti del veicolo sotto choc a Menaggio.

Erano saliti a bordo del camion cisterna per rifornire di gpl una delle baite in località Ponte di Sotto, lungo la via per la Pineta. Scendendo lungo la stradina privata con autobloccanti posizionati sul prato, il conducente ha perso il controllo del mezzo, che si è ribaltato su un fianco. Tanta paura per i due dipendenti della ditta valtellinese “Gas Paganoni”, un uomo di 44 annni di Albosaggia e uno di 49 anni di Ponte in Valtellina: uno è rimasto ferito a una gamba, l’altro lamentava un dolore alla testa.

Sono stati entrambi trasportati all’ospedale di Menaggio a bordo di ambulanze della Croce Azzurra di Porlezza, intervenuta sul posto con tempestività: nessuno dei due, comunque, è stato giudicato in condizioni gravi. Grande lavoro per i vigili del fuoco: prima il personale di Menaggio ha provveduto a tenere sotto controllo la situazione mentre erano in corso le operazioni di soccorso, poi è giunta una squadra specialista in travasi gpl del nucleo regionale Nbcr Lombardia. Prima di rimettere in piedi il camion è stato necessario bruciare i condizioni di sicurezza i 600 litri di gas ancora contenuti nel serbatoio.

L’incidente si è verificato poco prima delle 15 e sono state necessarie diverse ore prima di ripristinare del tutto la normalità. L’aspetto confortante, in ogni caso, è dato dalle conseguenze lievi per i due occupanti.

Ben peggio era andata a luglio, al loro collega di Garlate Marco Pigazzini, di 53 anni, saltato letteralmente in aria mentre stava riempiendo un serbatoio del gpl a Brenzio (Gravedona ed Uniti); anche il proprietario di casa, Gino Mantova, era rimasto gravemente ferito, riuscendo poi a riprendersi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA