Cambia anche la Colletta alimentare  Buoni regalo per fare le donazioni
Qui l’edizione 2019, ma la raccolta non si ferma

Cambia anche la Colletta alimentare

Buoni regalo per fare le donazioni

Nei punti convenzionati sono disponibili le card da acquistare per donare 2, 5 o 10 euro. Dove si possono trovare le carte.

“Cambia la forma, ma non la sostanza”. Con questo slogan, la Fondazione Banco alimentare, attiva anche nella nostra provincia, presenta la “Giornata nazionale della Colletta alimentare”, che era programmata per domani, sabato 28 novembre, ma che non si potrà svolgere nelle modalità consuete. Dopo 24 anni, per la prima volta, non ci saranno fuori da negozi e supermercati i volontari con la pettorina gialla, gli Alpini e la Croce Rossa

«Ma la Colletta alimentare si farà anche quest’anno, nonostante il coronavirus - spiega il responsabile provinciale, Elia Mora -. Il tutto avverrà rispettando le regole di sicurezza e le normative vigenti. Sarà una Colletta “dematerializzata”, ma la natura di questo gesto rimane esattamente la stessa, soprattutto in un momento di bisogno».

Già dallo scorso sabato - e fino a martedì 8 dicembre - in venticinque negozi e supermercati di Valtellina e Valchiavenna sono in vendita delle giftcard, dei buoni regalo che prendono il posto degli scatoloni e diventano i “contenitori” della spesa da donare, soprattutto in questo periodo, alle persone in difficoltà. Per ovvie ragioni di sicurezza sanitaria, il passaggio di confezioni di mano in mano sarebbe rischioso. Mentre le card possono essere acquistate e consegnate alle casse per donare due, cinque o dieci euro attraverso la lettura di un codice a barre.

L’operazione potrà essere ripetuta anche più volte in uno dei negozi aderenti all’iniziativa. Dopo l’8 dicembre, il valore complessivo di tutte le donazioni effettuate in provincia sarà convertito in alimenti non deperibili e generi di prima necessità.

«La pandemia in atto non crea solo un problema sanitario, ma anche un serio problema socio-economico - sottolinea la presidente provinciale della Croce Rossa, Giuliana Gualteroni -. Ogni giorno ci arrivano nuove richieste di aiuto alimentare e ormai abbiamo superato quota 500 persone. Perciò il Comitato di Sondrio della Croce Rossa sostiene e supporta la Colletta del Banco alimentare. Per noi è un aiuto fondamentale e davvero prezioso. Siamo fiduciosi in una risposta positiva come sempre da parte della nostra popolazione».

Sono venticinque i supermercati della nostra provincia che hanno in vendita le gift card per partecipare alla Colletta alimentare. Hanno le insegne Conad, Eurospin, Lidl, Sigma e Unes e si trovano nei comuni di Bormio, Tirano, Villa di Tirano, Aprica, Piateda, Sondrio, Castione Andevenno, Berbenno, Ardenno, Talamona, Morbegno, Delebio, Piantedo Novate Mezzola e Prata Camportaccio (San Cassiano).

Date le limitazioni agli spostamenti, chi non risiede in uno dei comuni dove i supermercati mettono in vendita le gift card potrà partecipare alla Colletta online, attraverso il sito web www.collettaalimentare.it. Cliccando il banner “Vai alla card online” si può donare un importo che sarà convertito direttamente in viveri. In questo caso, così come per chi paga i buoni nei negozi con mezzi elettronici, conservando la ricevuta sarà possibile inserire l’acquisto nella dichiarazione dei redditi.

Nei primi dieci giorni di dicembre, inoltre, sarà possibile partecipare alla Colletta online anche su Amazon, dove cliccando sull’apposito banner si potrà acquistare cibo per la Colletta. Una modalità simile è già attiva e possibile anche sul sito web www.esselungaacasa.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA