Calcio serie D, Bottone ci ripensa e dice no al Sondrio
Donato Bottone esce dalla sede del Sondrio dopo aver comunicato alla stampa il suo no a militare nelle file dei biancazzurri

Calcio serie D, Bottone ci ripensa e dice no al Sondrio

Incredibile svolta della trattativa che doveva portare all’ingaggio dell’attaccante classe 1988 scuola Juve da parte dei biancazzurri

Quando ormai pareva tutto fatto, è arrivata la doccia fredda per la società del capoluogo, alla ricerca di giocatori in grado di provare a cercare l’impresa di raggiungere la salvezza nel campionato di serie D malgrado l’ultimo posto occupato.

Poche ore fa allo stadio della Castellina si è presentato Donato Bottone, attaccante classe 1988 svincolato dopo l’esperienza al Borgosesia nel girone A di Quarta serie, ma solo per comunicare con poche parole che per motivi personali ha deciso di rinunciare a vestire la maglia biancazzurra.

Una decisione che ha lasciato increduli i dirigenti sondriesi, creando un certo imbarazzo anche nel procuratore che fino all’ultimo aveva seguito la trattativa da vicino. La città, il territorio, la zona in cui vivere e combattere per la maglia biancazzurra non hanno convinto Bottone e la sua compagna, che sono risaliti in auto tornandosene verso casa.

Tutti i particolari, le interviste e le curiosità sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 5 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA