Calcetto e beach volley, al centro sportivo di Bianzone il taglio del nastro
Il campo da beach volley è stato subito saggiato dai ragazzi che si sono divertiti a sfidarsi sotto rete

Calcetto e beach volley, al centro sportivo di Bianzone il taglio del nastro

La giunta Delle Coste ha realizzato la trasformazione del campo da undici giocatori. «Fondamentale favorire la crescita dei nostri giovani».

Festa dello sport e della comunità quella che si è tenuta sabato pomeriggio a Bianzone, dove sono stati inaugurati i nuovi campi da calcetto e beach volley che si trovano all’interno del centro sportivo Omar & Pietro. Ammonta a 120mila euro l’intervento, effettuato nei mesi scorsi, che ha previsto la trasformazione dello storico campo da calcio a undici da cui sono stati ricavati un campetto da calcio a cinque in sintetico, un campo da beach volley, mentre una parte del campo con manto erboso è rimasta per il gioco del calcio a sette.

«Come amministrazione crediamo che il coinvolgimento della popolazione in attività ricreative e sportive sia fondamentale per consentire lo sviluppo della persona, sia dei giovani che dei meno giovani - ha affermato il sindaco, Alan Delle Coste, prima del taglio del nastro -. Lo sport fa crescere. Dai più piccoli è vissuto come un gioco a tutti gli effetti, è un modo per socializzare dal quale si impara ad ascoltare, a osservare le regole e ad avere rispetto per i compagni. Grazie a esso i giovani imparano a conoscere e gestire nuove sensazioni ed emozioni, come possono essere la rabbia o l’euforia. Lo sport è aggregazione. Praticare sport aumenta la capacità di vivere in un gruppo, dello stare insieme e del lavorare in squadra con il fine di raggiungere obiettivi che singolarmente sarebbero impossibili». E, ancora, lo sport è salute: «In un periodo storico in cui la vita dei più giovani e dei meno giovani è sempre più sedentaria, praticare dello sport è sicuramente positivo per la salute sia del corpo ma anche della mente».

Dopo questo preambolo Delle Coste ha detto che la giornata ha segnato la conclusione di un’opera da tanti auspicata e lungamente attesa. «Permetterà di potenziare il centro sportivo con due nuove attività e, soprattutto, eviterà anche ai nostri giovani di doversi spostare fuori comune per praticare questo tipo di attività - sempre il sindaco -. Lasciamo alla nostra comunità un’opera di qualità, per cui tengo a ringraziare il progettista e l’impresa esecutrice per la cura e l’attenzione con cui hanno realizzato l’impianto. Cura e attenzione che ci auguriamo possano avere anche gli utilizzatori».

Il parroco, don Giovanni Villa, ha benedetto le nuove o rinnovate strutture, mentre per il gesto formale del taglio del nastro il sindaco ha voluto al suo fianco Riccardo Polinelli e ha spiegato perché: «Dicevo prima che lo sport è aggregazione, è capacità di lavorare in squadra, di dare il proprio contributo al fine di raggiungere importanti obiettivi. Una persona che, ogni mattina, si mette a disposizione per la comunità e dà il proprio contributo prendendosi cura degli spazi del centro sportivo, raccogliendo cartacce e facendo altri piccoli compiti di manutenzione degli spazi esterni è proprio Riccardo Polinelli. Un bell’esempio per i giovani oggi presenti». Conclusi i discorsi, la festa è continuata con partite di calcetto e beach volley per bambini e adulti e, alla sera, musica dal vivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA