Buone notizie  Contagi in calo  Sono scesi a 34

Buone notizie

Contagi in calo

Sono scesi a 34

Dieci quelli registrati da venerdì a Chiavenna Segue Tirano con 6 Livigno è “stabile”

Scesi a 34, ieri, in base al report di Regione Lombardia (il bollettino di Ats della Montagna, alla domenica, non esce) i nuovi casi Covid in provincia di Sondrio, contro i 54 di sabato e i 57 di venerdì scorso. Il tutto su un totale di 1.375 nuovi positivi rilevati nell’intera regione, pari al 5,9% dei tamponi effettuati, incidenza maggiore rispetto a quella di sabato, il 4,8%, e di venerdì, il 5,7%.

Non ci sono stati, ieri, morti Covid, anche se a Piuro è giunta notizia della scomparsa di Michele Triulzi, 67 anni, ricoverato per quasi due mesi per Covid, poi negativizzatosi e, tuttavia, mancato in seguito ai postumi del virus stesso.

Che, come abbiamo imparato, soprattutto su pazienti con patologie pregresse, genera conseguenze anche una volta superata la fase acuta. Due morti sono, invece, censiti, dal dashboard regionale fra venerdì e sabato, in provincia di Sondrio, mentre ieri, più contenuto era il dato regionale, con un totale di 44 morti, contro i 104 di sabato, numero a tre cifre che, da tempo, non si raggiungeva.

Ancora, negli ultimi tre giorni, il maggior numero dei nuovi casi registrati, sempre sulla base dei dati regionali, si hanno a Chiavenna, con 10 positivi in più fra venerdì e ieri, per un totale di 363 da inizio pandemia, di cui 276 nella seconda ondata, il 4,96% della popolazione.

Segue Tirano, con sei casi in più, 559 in totale, di cui 433 nella seconda ondata, il 6,20% della popolazione, e qui sappiamo che un focolaio è acceso, anche se sotto controllo, nella Residenza sanitaria per disabili, ed altri cinque casi totali, nei tre giorni, si sono avuti a Morbegno e a Livigno.

Nella prima siamo a 670 casi totali, di cui 499 nella seconda ondata, il 5,40% della popolazione, e qui sappiamo che ad incidere è anche il focolaio Covid scoppiato dentro la Residenza sanitaria per anziani Ambrosetti Paravicini, mentre, a Livigno, i casi totali sono 490, di cui 439 nella seconda ondata, il 7,38% della popolazione. L’andamento del contagio a Livigno si è stabilizzato, da tempo, va precisato, però, negli ultimi giorni, una leggera ripresa, dai dati regionali, si legge.


© RIPRODUZIONE RISERVATA