Bucate le gomme ai furgoni del Comune  « Chi fa cose del genere è un incivile»
Il parcheggio del municipio: i mezzi erano posteggiati sotto al porticato

Bucate le gomme ai furgoni del Comune

« Chi fa cose del genere è un incivile»

GarlateI mezzi erano nel cortile del municipio: chi ha agito è stato attento a rimanere in ombra

L’amarezza del sindaco Conti: «Non riusciamo a capire cosa possa spingere ad atti simili»

Sono state bucate con ripetuti colpi di punteruolo o cacciavite le gomme di due furgoncini comunali, con il solo scopo di renderli inutilizzabili.

Ancora una volta, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Conti, si è ritrovata a subire un ennesimo atto di vandalismo. Dopo i danni causati ai parchi, o alla pista ciclopedonale,e ai mezzi comunali vandalizzati già cinque anni fa, qualcuno ha pensato bene di danneggiare i mezzi utilizzati per la cura del territorio: un “Porter” della Protezione civile e l’altro mezzo usato dall’operaio del municipio.

Ed è stato proprio l’operaio che doveva recarsi a svuotare i cestini, a trovare martedì mattina, le gomme tagliate.

«Conosceva il posto»

Come spiega il primo cittadino: «Tempo fa, visto che erano già stati oggetto di vandalismi, avevamo deciso di ricoverare i mezzi, al deposito del museo Abegg. Ma era impegnativo per l’operaio e i volontari, portare via i furgoncini da lì, di prima mattina. Per questo motivo, di recente erano tornati nel cortile del municipio, sotto il porticato».

E qui il vandalo (o i vandali) ha potuto agire indisturbato: «Chi ha bucato le gomme si è munito di un punteruolo, o qualcosa del genere, ha raggiunto i mezzi e ha iniziato a infierire sulle due gomme di entrambi i mezzi, che si trovavano lato muro. Chi ha agito, conosceva bene il posto perché si è premurato di stare sempre in ombra, evitando di essere inquadrato bene dalle telecamere di videosorveglianza».

«Un gesto molto grave»

A lasciare perplessi tutti, sono i motivi del gesto. «Non riusciamo davvero a capire cosa possa spingere a compiere un gesto del genere. È una forma di protesta? È un modo per esprimere un disagio? Io credo che chi faccia cose del genere, sia solo un cretino, perché è la comunità a dover pagare».

Anche il consigliere comunale di maggioranza, Emanuele Manzoni ha riservato parole dure, verso lo sconosciuto vandalo: «Si tratta di un gesto grave, sia che si tratti di intimidazione, sia che si tratti di una bravata. Questo modo di agire va condannato fermamente per due ragioni: la prima è che è un linguaggio violento che non può appartenere alla nostra comunità e la seconda è perché le conseguenze e i danni le paghiamo tutti noi, non di certo l’amministrazione in sé».

A causa delle gomme bucate, i due furgoncini comunali sono stati resi di fatto inutilizzabili.

È stato necessario portarli in carrozzeria e infatti, l’operaio comunale non è riuscito a completare il giro per svuotare tutti i cestini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA