Brindisi di San Lorenzo a suon di blues  E nell’attesa bollicine, ma valtellinesi
Torna Calici di stelle per la notte di San Lorenzo

Brindisi di San Lorenzo a suon di blues

E nell’attesa bollicine, ma valtellinesi

Sondrio, il 10 agosto torna in città il tradizionale “Calici di stelle” con qualche novità. Le degustazioni saranno anticipate da un aperitivo coi sapori del territorio al centro Le Volte.

I banchi dello Sforzato tornano a Castel Masegra, al centro Le Volte debutta un aperitivo di degustazione dedicato alle eccellenze gastronomiche del territorio abbinate a “bollicine” rigorosamente valtellinesi. Sono le novità dell’edizione 2018 di Calici di stelle, l’ormai tradizionale manifestazione dedicata ai vini di Valtellina che anche quest’anno sarà di scena in centro storico nella notte di San Lorenzo.

Comune e Consorzio vini hanno confermato la formula dell’evento, che sarà accompagnato - come negli ultimi anni – anche da un concerto blues in piazza Garibaldi, ma quest’anno verrà sperimentata anche una nuova proposta, battezzata “Aspettando Calici di stelle”.

Obiettivo, mantenere i vini protagonisti della serata in nome della qualità, ma dare spazio anche ai prodotti del territorio per «aprire un discorso più ampio sulla promozione dell’enogastronomia», hanno spiegato ieri gli assessori Michele Diasio (Turismo) e Francesca Canovi (Eventi), presentando l’iniziativa insieme ai rappresentanti del Consorzio tutela vini, il vicepresidente Marco Fay e il direttore Andrea Gandossini.

All’edizione 2018 di Calici di stelle parteciperanno 24 case vinicole, ha spiegato Gandossini, con un’ottantina di etichette, fra cui una quindicina di Sforzato: i protagonisti saranno Caven camuna, Pietro Nera, Rupi del Nebbiolo, Fratelli Bettini, Contadi Gasparotti, Renato Motalli, Nino Negri, La Spia, Dirupi, Fay, la Perla di Marco Triacca, Le Strie, Balgera, Alberto Marsetti, Fondazione Fojanini, Nicola Nobili, Arpepe, Aldo Rainoldi, Alessio Magi, Plozza, Mamete Prevostini, Folini, Cantina Leusciatti e Alfio Mozzi, che allestiranno i banchi di degustazione sull’ormai classico percorso in centro storico, fra piazza Garibaldi, piazza Cavour, piazza Quadrivio e Castel Masegra, con postazioni aperte dalle 20,30 a mezzanotte.

Ad esibirsi in piazza Garibaldi per il concerto che da qualche anno accompagna Calici di stelle sarà la “Nu Band” della cantante Sara Zaccarelli, che spazia fra il blues classico, lo spiritual e le sonorità r’n’b contemporanee, mentre altre postazioni musicali saranno presenti in piazza Cavour, via Quadrio e a Castel Masegra, dove verranno allestiti – come detto – i banchi di degustazione dello Sforzato curati dall’Onav.

Al centro Le Volte invece dalle 19,30 alle 21,30 si potranno degustare assaggi dei sapori del territorio in abbinamento alle bollicine di Valtellina: “Aspettando Calici di stelle”, questo il titolo dell’iniziativa, vedrà la partecipazione di produttori di bresaola, casari e ristoratori locali ed è «una sperimentazione che speriamo di potenziare per i prossimi anni», hanno spiegato assessori e rappresentanti del Consorzio vini.

Il tutto, sempre nel segno della qualità: «Il mondo del vino valtellinese negli ultimi anni ha realizzato un vero exploit di crescita – ha detto Fay -, eventi come Calici di stelle sono importanti e vanno proposti con uno stile preciso, che non è quello da sagra».


© RIPRODUZIONE RISERVATA