Bresaola, è un compleanno speciale
Il Consorzio di tutela è stato costituito il 23 maggio del 1998

Bresaola, è un compleanno speciale

Il Consorzio di tutela domani a Milano festeggia i vent’anni con numeri e consensi in crescita . Lo scorso anno prodotte 13mila tonnellate (+2,4%), le 16 aziende associate danno lavoro a quasi 1.200 addetti.

Il Consorzio di tutela della bresaola della Valtellina Igp festeggia i suoi vent’anni. Costituitosi il 23 maggio 1998, e riconosciuto dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, quest’organizzazione svolge attività di promozione, valorizzazione e tutela del prodotto. Domani, nella Casa Lago di via San Tomaso 6 a Milano, l’anniversario sarà l’occasione ideale per celebrare il successo di un salume che, in due sole decadi, ha saputo evolversi insieme al mercato e al gusto dei consumatori, diventando un’eccellenza di largo consumo.

Con il supporto degli esperti, il nutrizionista e medico dello sport Michelangelo Giampietro e il sociologo dei consumi Mauro Ferraresi, verrà sviluppata un’analisi dal punto di vista socio-culturale e nutrizionale sui plus che rendono la bresaola della Valtellina unica nel suo genere. «Tracciamo a tutto tondo la vera natura, la tradizione, la storia e i perché di un salume che ha saputo cavalcare le esigenze del nostro tempo rivelandosi versatile in cucina, adatto a tutte le fasi della crescita e perfetto per pasti completi, leggeri, nutrienti e veloci: per la pausa pranzo in ufficio, per una cena a frigo vuoto o per una ricetta fantasiosa», sottolineano gli organizzatori. Il Consorzio racconterà vent’anni di un comparto che grazie a un sapiente mix di qualità, tradizione, clima, territorio, e proprietà nutrizionali ha conquistato la fiducia di ben 42 milioni di italiani. Ma non solo. Illustrerà anche il risultato di tutto il lavoro svolto in questi anni, con i dati economici aggiornati alla mano, e le prospettive future, anche in funzione dei mercati internazionali.

Come emerso due settimane fa in occasione della fiera Cibus a Parma, il settore della bresaola Igp continua a crescere. Non soltanto a livello di singole aziende, ma anche nel totale della produzione del Consorzio di tutela bresaola della Valtellina guidato dal presidente Franco Moro. È del 2,4%, infatti, l’aumento registrato nel 2017 rispetto all’anno precedente, con una produzione che sfiora le 13mila tonnellate e dà lavoro a quasi 1.200 addetti in sedici aziende associate. Un nuovo segno più, dunque, dopo l’aumento del 3,2% registrato nel 2016, e un ulteriore segnale di chiaro apprezzamento da parte dei consumatori nei confronti della qualità della produzione Igp.

Nonostante il calo dei consumi che ha colpito vari settori, insomma, la bresaola non solo ha tenuto, ma è sempre cresciuta. I motivi secondo i vertici sono chiari: questo prodotto viene percepito come un salume di alta qualità, ci sono nuovi mercati e si punta su altri e si sviluppano nuovi prodotti, anche se il nocciolo resta quello a indicazione geografica protetta. L’incontro si chiuderà con una guida all’assaggio e una degustazione di bresaola della Valtellina Igp, guidata da Marco Chiapparini del Distretto agroalimentare di qualità della Valtellina. L’appuntamento a Casa Lago, location esclusiva per eventi e conferenze situata nei pressi di via Dante, è in programma per le 11.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA