Bormio in lutto per Davide  Morto a soli 34 anni
Davide Confortola: questa mattina i funerali

Bormio in lutto per Davide

Morto a soli 34 anni

Davide Confortola è stato presidente del consorzio taxisti «Un bravissimo ragazzo»

La gioia di vivere, l’entusiasmo, l’amore per la sua terra di Davide Confortola, classe 1986, si sono spenti a soli 34 anni. Quella malattia che piano piano l’aveva sottratto dai suoi tanti impegni sociali negli ultimi anni, l’ha definitivamente portato via.

Questa mattina ci sarà l’ultimo saluto alle 10,30 nella chiesa parrocchiale di San Gervasio e Protasio a Bormio. Bormio e l’intera Alta Valle, nella quale era molto conosciuto, sono sotto shock per la scomparsa di un ragazzo che sapeva farsi ben volere da tutti.

«Era una presenza talmente discreta che neppure ti accorgevi che ci fosse, ma sapevi che potevi contare su di lui», ricordano gli amici. Molteplici i ruoli che Davide ha ricoperto nella sua breve, ma intesa esistenza.

Titolare di un noleggio era stato presidente del consorzio dei taxisti dell’Alta Valle. Si era impegnato anche nel settore delle assicurazioni e all’interno dell’Apt di Bormio. Ma il nome di Davide Confortola è legato per tutti anche al Vademecum, la guida cartacea tascabile sulla quale c’erano tutte le indicazione che servivano al turista per muoversi in Alta Valle potendo scegliere fra gli itinerari escursionistici più affascinati, gli appuntamenti culturali, i ristoranti ed i negozi.

Più che un lavoro era proprio una missione nella quale Davide metteva tutto il proprio impegno, le proprie conoscenze e la capacità diplomatica di saper ascoltare tutti e cogliere da ognuno il meglio.

Dal proprio canto aveva saputo guadagnarsi stima e autorevolezza grazie alla sua professionalità. Da alcuni anni però c’era la battaglia con la malattia. Una battaglia della quale in certi momento sembrava uscirne vincitore, ma erano solo illusioni di breve durata, perché poi la malattia tornava sovrana, consumandolo inesorabilmente un po’ alla volta.

«Era un bravissimo ragazzo ed è veramente un duro colpo- dice l’amico Lorenzo Rinaldi-. Io ho conosciuto bene Davide per il suo impegno per il Vademecum. Quando ho saputo dell’aggravarsi della sua malattia, avevo il desiderio di andare a trovarlo, ma vista la gravità della situazione, non l’ho fatto. Mi resta il ricordo di una bella persona». Lascia la moglie, i genitori, un fratello ed una sorella.

I funerali si svolgeranno questa mattina alle 10,30 nella chiesa parrocchiale di Bormio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA