Boom di nuovi contagi  Covid, solo ieri 111 casi  Non succedeva da mesi
L'esame di un tampone covid nel laboratorio dell'ospedale di Sondrio

Boom di nuovi contagi

Covid, solo ieri 111 casi

Non succedeva da mesi

Era dall’8 gennaio che non c’era un balzo simile. Dall’inizio della pandemia ci sono stati 11.681 contagi

Balzo in avanti dei casi Covid in provincia di Sondrio che, nella giornata di ieri, hanno superato le tre cifre, piazzandosi a quota 111.

Per trovare un dato analogo, bisogna risalire fino all’8 gennaio scorso, quando il bollettino di Ats della Montagna dava in 112 i nuovi positivi. In un contesto, però, di più marcata e generalizzata positività e in giornate nella quali dati considerate le festività infrasettimanali, venivano conteggiati anche in modo aggregato.

La preoccupazione

Quello di ieri, invece, è un dato “puro”, riferito al periodo considerato, che va dalle 16 di lunedì alle 16 di martedì, motivo per cui, preoccupa.

E, certamente, farà raddrizzare ulteriormente le antenne al personale medico e paramedico del centro Covid Morelli che già lunedì si predisponeva all’allestimento del quarto reparto Covid, non tanto in termini di logistica, perché, letti e arredi, ormai, sono già predisposti, ma di organizzazione dei turni e spostamento del personale medico, infermieristico e di supporto, ancora una volta, dai reparti “ordinari” a quelli Covid.

Nel dettaglio, i 111 nuovi positivi sono tutti concentrati sul territorio, dove il totale dei casi, dall’inizio della pandemia, sale a 10.730, mentre nessun nuovo caso si registra fra gli ospiti delle strutture protette, il cui totale resta a 951. Per cui, il complessivo delle persone contagiate da un anno a questa parte sale a 11.681.

Pari alla metà dei positivi, invece, i guariti, 50 ieri, il cui totale si porta a 9.820, e ancora due i decessi, il cui complessivo sale a 480.

Quelli certificati Covid, perché, tanti sono i morti della prima ondata, soprattutto anziani, non censiti come Covid, perché non sottoposti a tampone.

Nei diversi Comuni

Un andamento generale che comporta un’inevitabile ascesa dei casi Covid attivi, ieri a quota 1.381, in provincia di Sondrio, contro i 1.322 di lunedì e i 1.265 di sabato scorso.

Salgono, invece, ma di una sola unità i casi attivi nella vicina Valcamonica, interessata dal contagio ma certamente in maniera più bassa che nella Bassa Bresciana. Pari a 871 sugli 870 del giorno precedente i casi attivi, dal momento che, i guariti, più 55 ieri, hanno quasi eguagliato i malati, più 56.

Ancora, una punta di positività di troppo si ravvisa su Morbegno, dove, dopo gli 11 casi dell’altro ieri, se ne riscontrano altri cinque, ieri, per un totale di 809 positivi da inizio pandemia.

Altri 5 casi registrati anche a Dubino, che ne annovera 335 da inizio pandemia e che, ieri, ha sfondato il tetto del 9% di positivi sulla popolazione, risalendo la classifica dei primi dieci Comuni, in provincia, col tasso di incidenza maggiore.

E piazzandosi al terzo posto, col 9,09%, sulla media provinciale del 6,35.

Altri 4 casi a Chiavenna e altrettanti a Sondrio, la cui incidenza, resta, tuttavia, più contenuta, rispettivamente il 6,05% e il 6,51, e tre casi a Valdidentro che ne comportano il superamento della soglia dell’incidenza dell’8%, precisamente, 8,02.


© RIPRODUZIONE RISERVATA