Bollette più leggere. Il Comune abbassa la tassa sui rifiuti
In coda per pagare la Tari

Bollette più leggere. Il Comune abbassa la tassa sui rifiuti

Nel 2016 previsti tagli alla Tari fino al 4%. Molteni: «Se tutti pagano il giusto, paghiamo tutti meno». La riduzione maggiore per negozi, ortofrutta e ristoranti.

Bollette più leggere in città nel 2016: non soltanto il Comune non toccherà le tariffe dei servizi a domanda individuale come già dichiarato, ma abbasserà la Tari, la tassa sui rifiuti.

L’annuncio è arrivato ieri mattina e la proposta è stata sottoposta al vaglio della competente commissione consiliare ieri sera in attesa poi di essere discussa e votata nel consiglio comunale del 21 dicembre, quello che si occuperà del bilancio di previsione 2016.

«Possiamo permetterci di prendere questa decisione politica - dice Molteni - grazie al fatto che in città tutti pagano il giusto. Un concetto che molti proclamano, ma che noi possiamo applicare. Nel 2016 la Tari sarà quindi più bassa proprio perché tutti sono stati corretti nelle indicazioni e hanno messo in ordine il pregresso». A consentire il taglio dei costi è il combinato disposto di due elementi - come spiega l’assessore al Bilancio Gianpiero Busi -: il contenimento dei costi del servizio (a bilancio saranno iscritti 34mila euro in meno) e l’aumento dei metri quadri su cui pagare (15mila mq in più per quanto riguarda le utenze domestiche e 23mila sulle altre tipologie)- «Tutto ciò - dice Busi - ci consente di spalmare il costo complessivo di 3,8 milioni del servizio nel 2016 in modo diverso, con la riduzione delle tariffe».


© RIPRODUZIONE RISERVATA