Bollette dell’acqua, tariffe “vere” coi contatori

Bollette dell’acqua, tariffe “vere” coi contatori

Chi ne richiederà l’installazione entro fine anno pagherà le bollette in base al consumo reale e non a quello forfettario stabilito fin dall’introduzione della nuova gestione del servizio idrico integrato in capo a Secam. E lo farà fin da subito.

Il consiglio di amministrazione dell’Ufficio d’ambito di Sondrio ha comunicato che la tariffazione dei consumi idrici del secondo semestre 2015 lascerà il regime forfettario per tutte le utenze che, essendone prive, richiederanno la posa in opera del contatore a Secam entro la fine di quest’anno.

«Il volume misurato dalla data successiva all’installazione del contatore - spiegano - verrà utilizzato, in proporzione, anche per la fatturazione dei consumi presunti a partire dal primo luglio. Con questa disposizione l’Ufficio d’ambito ha inteso contribuire alla diffusione dei contatori, necessaria sia per una corretta gestione del servizio che per adeguare l’infrastruttura idrica a normativa (l’obbligo di misurazione dei volumi consegnati all’utente risale al 4 marzo 1996, concetto ulteriormente rafforzato il 3 aprile 2006), oltre che costituire un indubbio vantaggio per le utenze che annualmente consumano meno di 153 metri cubi».


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 2 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA