Bimbo precipitato, segnali di ripresa  «Non è fuori pericolo, ma sta meglio»
Il lucernario posto sotto l’alta del tetto della chiesa

Bimbo precipitato, segnali di ripresa

«Non è fuori pericolo, ma sta meglio»

Dall’ospedale di Bergamo giungono notizie rassicuranti sulle sorti del piccolo

caduto da un lucernario sabato scorso mentre era al Grest

«Non è più in imminente pericolo di vita», anche se «resta in prognosi riservata e rimane ricoverato nel reparto di rianimazione» dell’ospedale papa Giovanni XIII di Bergamo, ma per il piccolo di Premadio finalmente giungono in Valle notizie confortanti che ieri sono state accolte dall’intera comunità con grande sollievo.

Non è per nulla scampato il pericolo, questo va detto, e la strada verso la guarigione è ancora lunga, ma ci sono spiragli di ripresa. C’è una speranza. E continua ad esserci la preghiera.

Tutta l’Alta Valle in questi giorni non ha smesso di rivolgere un pensiero al bambino di 9 anni precipitato sabato mattina da un lucernario posto sopra la sacrestia della chiesa di san Cristoforo, di Premadio, frazione di Valdidentro. Con altri ragazzini stava partecipando al Grest.


© RIPRODUZIONE RISERVATA