Bimbi feriti nel frontale. E anche il trenino va in tilt
Il convoglio della Ferrovia Retica si è bloccato proprio mentre stava affrontando la rotonda di Madonna

Bimbi feriti nel frontale. E anche il trenino va in tilt

Super lavoro martedì per i vigili urbani e la protezione civile. A paralizzare il traffico, oltre al “Gabinat” dei bimbi, anche due incidenti .

Giornata da dimenticare quella di ieri per la viabilità. Soprattutto a Tirano. Qui, nonostante la task force schierata per agevolare il viavai di vacanzieri sulla 38, si sono verificati due incidenti che hanno creato non pochi problemi e code chilometriche.

Pochi minuti prima delle 16, sul Campone, il rettilineo alle porte di Tirano, la Fiat Croma di un cittadino elvetico proveniente dall’Alta Valle, ha invaso la carreggiata opposta e si è scontrata frontalmente con una Ford Focus. Cinque in tutto i feriti e tra questi due bambini. Per fortuna nulla di grave, ma visto lo stato di choc e i traumi subiti i medici hanno preferito trattenerli tutti in ospedale - alcuni sono stati ricoverati a Sondrio, altri a Sondalo - in osservazione.

Sull’auto del cittadino svizzero hanno riportato ferite una donna di 70 anni e la figlia di 42. Della famigliola a bordo dell’altra vettura hanno invece auto bisogno di cure una donna di 38 anni e suoi due figlioletti di 3 e di 10 anni. Sul posto, i carabinieri di Tirano e i vigili urbani con il comandante Fabio Della Bona che ieri ha avuto il suo bel da fare a tenere sotto controllo la situazione viabilità. L’incidente al Campone pare sia stato provocato da un colpo di sonno.

Per fortuna l’auto era in colonna e quindi procedeva a passo d’uomo, ma di fatto il traffico ne ha risentito pesantemente: per cercare di contenere i disagi la polizia urbana ha dirottato le vetture lungo la provinciale in direzione Bormio.

Nemmeno il tempo di rilevare l’incidente, che da Madonna di Tirano è giunta una nuova richiesta di intervento. Questa volta a causare disagi è stato il trenino rosso del Bernina, che forse per un calo di tensione si è bloccato per alcuni minuti proprio nel bel mezzo della rotonda sulla 38, provocando così ulteriori rallentamenti. Il convoglio si è comunque mosso nel giro di pochi minuti - il treno partito alle 17 da Tirano era atteso a Campocologno alle 17,08 e invece è arrivato sette minuti dopo - ma ormai tutto viale Italia, già messo a dura prova dal ”Gabinat” dei bimbi, era paralizzato. L’unica notizia positiva è che la manifestazione che ha richiamato come al solito centinaia di bambini si è svolta all’insegna della spensieratezza, almeno per i piccoli protagonisti.

Gli agenti della polizia locale (tre con il comandante) e i sei volontari della protezione civile, non hanno avuto invece un attimo di tregua nel presidiare incroci, dirottare auto e garantire gli attraversamenti pedonali alle schiere di bimbi pronti a reclamare dolciumi in cambio di un “Gabinat”. E oggi si replica con un rientro che si annuncia da bollino rosso. Insomma, altra giornata nera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA