Bimba caduta dalla finestra  Non sarebbe in pericolo di vita
Lo stabile di via Moro (Foto by foto Gianatti)

Bimba caduta dalla finestra

Non sarebbe in pericolo di vita

È successo in via Moro: la piccola di 2 anni è precipitata per tre metri nel terrazzo sottostante

Un volo di circa 3 metri, dalla finestra dell’appartamento al secondo piano in cui vive con mamma e papà fino al terrazzo sottostante, al primo piano. Paura e apprensione per le condizioni di una bambina di quasi 2 anni di origini nigeriane rimasta ferita nella serata di martedì, attorno alle 19.30, in via Aldo Moro a Sondrio.

Quello che è successo attorno all’ora di cena al momento non è dato saperlo con precisione: vista l’età della ferita e la delicatezza della situazione, sono davvero poche le informazioni in merito a quello che potrebbe essere un incidente o, invece, rivelarsi qualcosa di diverso.

La chiamata al 112

Ma partiamo dai dati di fatto: poco dopo le 19 è arrivata una chiamata al 112 da parte di un residente della zona che chiedeva aiuto perché una donna urlava dalla finestra. All’arrivo i soccorritori (i sanitari del 118, gli agenti della Questura di Sondrio, che ora indagano sull’accaduto, ma anche i carabinieri) hanno trovato la bimba di due anni sul terrazzo al primo piano della palazzina che ospita, al piano strada, il negozio di abbigliamento e articoli per la casa gestito da esercenti cinesi.

La piccola vive nell’appartamento sovrastante, sarebbe caduta dal davanzale della finestra che si trova proprio sopra il balcone. Un volo che, fortunatamente, si è concluso tre metri sotto, non pochi certo, ma sicuramente se non ci fosse stato il terrazzo le condizioni della piccola sarebbero state ancora più gravi.

All’apparenza la bambina, quasi miracolosamente, non aveva traumi o ferite, ma dopo un primo trasporto all’ospedale di Sondrio si è deciso per il trasferimento in elicottero nello specializzato reparto pediatrico dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove i medici stanno cercando di accertare se abbia riportato lesioni interne non immediatamente visibili. Al momento, da quanto appreso, è ancora in prognosi riservata, ma non sembrerebbe essere in pericolo di vita.

Tante ipotesi diverse

Il condizionale è d’obbligo proprio perché, come detto, le informazioni riguardo l’intera vicenda sono a dir poco scarne. Si è trattato di un incidente? È possibile, ma al momento non è questa l’unica ipotesi al vaglio degli investigatori, che hanno effettuato tutti gli accertamenti necessari a ricostruire l’accaduto.

Anche la giovane mamma della piccola è stata trasportata in ospedale, forse per lo choc causato dalla caduta della figlioletta, forse per altro tipo di accertamenti.

L’accaduto, come è normale che sia, ha destato grande scalpore nella zona, oltre alla preoccupazione per la piccola. Si è poi appreso, tra l’altro, che solo pochi giorni fa, sabato scorso, forze dell’ordine e sanitari sarebbero già intervenuti in quell’abitazione a seguito di urla udite dai vicini, e pare che la donna sia stata anche visitata in pronto soccorso.

Tutto da verificare e niente che accerti che i due episodi siano collegati, lo chiariamo. Di quanto successo martedì sera, comunque, si occupano ora sia la Procura di Sondrio che la Procura per i minorenni di Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA