Bim, neve e centrali elettriche: una giornata di scuola e giochi

Primo premio agli alunni di quinta della scuola primaria di Teglio, che hanno vinto con la scultura del duomo sovrastato da una grande turbina, dal titolo “La Valtellina illumina Milano”.

Bim, neve e centrali elettriche: una giornata di scuola e giochi
Una delle classi partecipanti al concorso “Idroelettricamenteneve” lanciato dal Bim
(Foto di Foto Gianatti)

Una giornata a creare sculture con la neve per 165 ragazzi di nove scuole, chiamati a dar sfogo alla loro creatività dal concorso “Idroelettricamenteneve”, lanciato dal Consorzio del Bacino imbrifero montano nell’autunno scorso.

Primo premio agli alunni di quinta della scuola primaria di Teglio, che hanno vinto con la scultura del duomo sovrastato da una grande turbina, dal titolo “La Valtellina illumina Milano”. La giornata conclusiva si è svolta ieri a Lanzada, al centro sportivo Pradasc, dove il Comune ha allestito il campo di gara fornendo alle nove classi presenti i blocchi di neve da scolpire.

Seguiti dai loro insegnanti e da esperti coinvolti dal Bim, i 165 ragazzi di nove scuole elementari e medie della provincia hanno lavorato sin dal mattino per realizzare la scultura che avevano dapprima ideato nei mesi scorsi, quindi disegnato e plasmato, in dimensioni contenute, con la creta. Un lavoro appassionato e meticoloso che è stato sottolineato dal presidente del Bim Carla Cioccarelli e dal sindaco di Lanzada Marco Negrini che si sono congratulati con tutti i ragazzi e con gli insegnanti che li hanno seguiti in un progetto articolato che aveva una duplice finalità: la conoscenza e la sensibilizzazione rispetto al tema dell’acqua, prima fonte energetica locale, lo sviluppo della creatività e della manualità.

Nel pomeriggio, terminate le sculture, i ragazzi hanno atteso con trepidazione il verdetto: oltre ai vincitori di Teglio, sul podio sono saliti anche gli alunni della quinta di Aprica, con la scultura dal titolo “L’energia non inquina”, e quelli della terza media di Grosotto con “Salviamo l’acqua”. I primi tre classificati hanno ottenuto rispettivamente 1500, 1200 e 1000 euro. Al quarto posto Talamona con ‘”L’energia del mondo“e al quinto Piateda (la quinta elementare) con “Chiocciola Francis Sprint” che hanno ricevuto un assegno del valore di 800 euro la prima e di 600 la seconda.

Dal sesto al nono posto 400 euro per ciascuno alla quarta elementare di Lanzada, alla seconda media di Chiesa in Valmalenco, alla quarta di Piateda e alla quinta di Lanzada. «È stata una bellissima giornata - ha detto la Cioccarelli - L’acqua è un bene prezioso che tutti noi dobbiamo rispettare poiché è una fonte di energia pulita, la grande ricchezza della nostra valle».

Il sindaco Negrini ha ringraziato il Bim per il ruolo fondamentale svolto nella definizione dell’accordo con Enel per il pagamento dell’Imu che ha portato nelle casse del Comune complessivamente dieci milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA