«Basta allarmismi, la scuola di Tovo  è sicura»
La scuola di Tovo al centro di tante polemiche

«Basta allarmismi, la scuola di Tovo

è sicura»

Dopo la petizione contro i lavori di ampiamento il Comune annuncia azioni legali contro i promotori «È tutto in regola, non c’è mai stato alcun disservizio»

«Vista la gravità delle affermazioni, per scongiurare infondati allarmismi, ci stiamo muovendo concretamente per intraprendere tutta una serie di azioni legali, informando preventivamente il prefetto, nei confronti dei promotori dell’esposto: il contenuto del testo è assolutamente falso e non rispondente alla realtà».

È dura la risposta dell’amministrazione comunale di Tovo ai promotori della raccolta firme contro i lavori di ampliamento della scuola di Tovo, che chiedono la riapertura di quella di Mazzo e minacciano un esposto alla Corte dei Conti per sperpero di denaro pubblico. La scuola di Tovo, dopo le decisioni prese nel 2010 dagli allora amministratori di Tovo, di Mazzo, di Vervio e di Lovero, fu ritenuta idoneo ad accogliere gli alunni dei quattro comuni. Scelta che ha provocato la chiusura, in via definitiva, della scuola di Mazzo. «Dall’apertura della scuola primaria di Tovo, che risale a metà degli anni settanta,-spiegano gli amministratori- tutte le amministrazioni , si sono sempre impegnate nel mantenere in efficienza la struttura è mai stato contestato alcun disservizio».

Gli amministratori sono certi che la loro scuola sia sicura: «Nell’esposto si manifestano perplessità sulle norme di sicurezza. Ribadiamo l’assoluta rispondenza del plesso scolastico di Tovo a tutte le normative vigenti in materia. Negli uffici comunali è possibile visionare, basta presentare una richiesta, tutte le certificazioni che attestano le condizioni di agibilità del fabbricato (compresa la conformità antincendio con oltre cento persone presenti)».


© RIPRODUZIONE RISERVATA