Basket, derby Maganetti-Pezzini ma non per tutti

Basket, derby Maganetti-Pezzini ma non per tutti

Al termine di due settimane di botta e risposta tra Provincia e Comune, attesa spasmodica da parte di due società sportive, il derby tra Maganetti Tirano e Pezzini Morbegno si gioca davanti al pubblico.

Saranno però solo 99 le persone che potranno accedere al campo di via Monte Padrio, compresi dirigenti, giocatori, arbitri e qualche sostenitore per ognuna delle due squadre. Una situazione non facile da gestire, nata il 18 gennaio in concomitanza con la partita tra Maganetti Tirano e Robbiate, giocata a porte chiuse per la mancanza dei requisiti di sicurezza.

I trecento posti della palestra vengono abitualmente occupati in gran parte dai numerosi sostenitori della squadra locale, salita quest’anno in serie D e punto di riferimento per l’intero ambiente cestistico dell’alta valle.

Se a questi si aggiunge l’entusiasmo che anima i tifosi gialloneri, esaltati dalla cavalcata in vetta ala classifica della Pezzini, ecco che si spiega il motivo del comunicato reso noto ieri dai dirigenti gialloneri proprio per invitare i sostenitori a non accorrere numerosi a Tirano, vista l’incertezza sull’ingresso in palestra.

Questo il comunicato dell’Asm 70 Pezzini: «A seguito dell’ordinanza del Comune di Tirano domenica 01/02/15 l’accesso alla palestra in occasione dell’incontro Tirano – Morbegno sarà limitato a 99 persone comprese le squadre e tutti gli addetti (arbitri, giudici di campo, dirigenti, medico). Ciò significa che potranno presenziare circa 60 spettatori, 30 per ogni società. Non potendo stabilire a priori quante persone da Morbegno si recheranno alla partita, per evitare spiacevoli incomprensioni, avvisiamo i nostri tifosi della possibilità concreta di arrivare a Tirano senza potere assistere all’incontro una volta esauriti i posti disponibili. Siamo dispiaciuti per questa situazione e invitiamo tutti alle prossime partite casalinghe».

Altri particolari e curiosità sull’edizione de La Provincia di Sondrio del 31 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA