Bando periferie, si parte dal Mallero

Bando periferie, si parte dal Mallero

Firmata a metà dicembre la convenzione per sbloccare i dodici milioni di euro a disposizione sul cosiddetto bando periferie, il Comune di Sondrio dà il via ai primi cantieri.

Saranno i progetti che interessano il torrente Mallero - «un corso d’acqua che è un patrimonio della città insieme all’Adda» sottolinea il sindaco Alcide Molteni - i primi a partire. E dunque la passerella ciclopedonale a sbalzo sul torrente lungo la via Torelli, con tanto di nuova illuminazione al led per tutta la strada, e il ponte, sempre ciclopedonale, di collegamento tra l’area del bocciodromo e il parco Bartesaghi per un totale di 3,2 milioni di euro.

«Lo scopo di tutti gli interventi è di portare la giusta innovazione che ha caratterizzato il quartiere La Piastra fin dai tempi in cui è stato pensato» il commento di Moltenii. I due progetti al via nascono per valorizzare il territorio e per promuovere la mobilità ciclo pedonale: «A mio avviso è inutile cercare di fare battaglie ideologiche a favore di uno spostamento cosiddetto lento, ma è invece importante che si realizzino le infrastrutture adeguate per incentivarlo» conclude il sindaco.

«Due progetti importanti - aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici, Michele Iannotti - che valorizzeranno il fiume Mallero, che regaleranno una migliori vivibilità alla città nonché una positiva ricaduta economica e, soprattutto, che collegheranno il quartiere al parco Bartesaghi e ai percorsi ciclo pedonali già esistenti».

Le due opere - inizio lavori a giugno per il ponte e a settembre per la passerella - saranno pronte indicativamente nella primavera del 2019.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 13 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA