Banca Popolare di Sondrio: utile netto consolidato a 129,3 milioni di euro
La sede della Bps (Foto by foto Gianatti)

Banca Popolare di Sondrio: utile netto consolidato a 129,3 milioni di euro

La Bps ha chiuso l’esercizio 2015 : «Le confermate redditività e solidità patrimoniale danno conto della capacità del Gruppo di perseguire, anche per il futuro, un autonomo percorso di crescita, al servizio della clientela e dei territori».

La Banca Popolare di Sondrio ha chiuso l’esercizio 2015 con un utile netto consolidato di 129,3 milioni di euro, in rialzo del 12,24% rispetto all’esercizio 2014, generato in gran parte dall’attività ordinaria e raggiunto nonostante i contributi versati al fondo di risoluzione delle banche. Lo afferma l’istituto valtellinese in una nota.

Nel corso dell’anno i crediti deteriorati del gruppo sono saliti del 14,15% a 2,36 miliardi di euro (il 9,84% del totale dei crediti), con un tasso di copertura del 44,47%, in crescita dal 43,21% del 31 dicembre 2014. Migliora il trend delle rettifiche nette su crediti, scese del 15,97%, così come i ratio patrimoniali, con il Cet1 salito dal 9,75% al 10,49% e il Total Capital Ratio dall’11,28% al 13,44%.

In conclusione del comunicato, i vertici dell’istituto - guidato dal consigliere delegato Mario Alberto Pedranzini e presieduto da Francesco Venosta - è intervenuto anche sul tema delle fusioni, chiudendo la porta all’ipotesi, molto dibattuta anche a livello locale.

«In conclusione - si legge -, le confermate redditività e solidità patrimoniale danno conto della capacità del Gruppo Bancario Banca Popolare di Sondrio di perseguire, anche per il futuro, un autonomo percorso di crescita, al servizio della clientela e dei territori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA