Bambino caduto  e catena di incidenti  Traffico in tilt
Traffico ieri pomeriggio a Poggiridenti

Bambino caduto

e catena di incidenti

Traffico in tilt

Feriti Il piccolo è scivolato a Tresivio, ricoverato Scontro fra tre mezzi a Poggi, circolazione bloccata Tre feriti lievi, ma super lavoro per i soccorritori

Giornata di super lavoro quella di ieri per i soccorritori, impegnati in interventi a seguito di incidenti stradali (alcuni dei quali hanno letteralmente mandato in tilt il traffico) ma anche per soccorrere un bambino caduto in montagna; e si segnala anche un incendio probabilmente doloso nella notte a Sondrio.

A quota 1500 metri

Partiamo dal bambino di 9 anni soccorso attorno alle 15.15 a Tresivio: è rovinosamente scivolato in località Boirolo, nella zona di Santo Stefano a circa 1500 metri di quota, mentre si trovava con i compagni del campo estivo.

Una brutta caduta, ma fortunatamente le conseguenze per il piccolo non sono particolarmente serie: è stato ricoverato in ospedale a Sondrio, la prognosi è di pochi giorni.

Sul luogo dell’infortunio è intervenuto l’elicottero del 118 con il tecnico del Soccorso alpino a bordo, impossibile per l’ambulanza raggiungere la zona dove il bambino di 9 anni è caduto.

Lesioni lievi, ma traffico completamente congestionato a causa del tamponamento che ha visto coinvolti un furgoncino e due auto e che si è registrato nel tardo pomeriggio di ieri, attorno alle 17.30, lungo la statale 38 all’altezza del territorio comunale di Poggiridenti, tra il Pendolasco e la concessionaria della Citroen. Due gli uomini soccorsi dai sanitari del 118, un 29enne e un 59enne, le loro condizioni non destano preoccupazioni. Ma l’incidente stradale ha mandato in tilt il traffico. Complice anche l’incidente senza feriti avvenuto negli stessi momenti a Chiuro, all’altezza del distributore di carburante, si sono registrate lunghe code e rallentamenti per quasi due ore in entrambi i sensi di marcia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA