Aveva disseminato la strada di chiodi  Non voleva seccatori in Valfontana
Le armi e le trappole per pneumatici realizzate dal pensionato con dei chiodi e finite sotto sequestro

Aveva disseminato la strada di chiodi

Non voleva seccatori in Valfontana

Denunciato dai carabinieri per danneggiamenti un pensionato di sessant’anni. Nella sua auto aveva altre trappole pronte e in casa armi e munizioni non dichiarate.

Non voleva seccatori nella “sua” Valfontana e, per scoraggiare gli automobilisti ad andare in macchina a San Bernardo, aveva l’abitutidine di buttare dei chiodi sulla strada. E non gettati a caso, ma piegati e legati in modo da formare delle vere e proprie trappole per gli pneumatici.

La cosa andava avanti da tempo. Nei giorni scorsi però i carabinieri di Ponte hanno identificato e denunciato l’autore dei danneggiamenti: è un pensionato del posto di sessant’anni nella cui abitazione, tra l’altro, sono state trovati delle armi da caccia e dei proiettili non autorizzati. I primi episodi di danneggiamento sono corrispondenti all’inizio dei lavori di adeguamento delle tubature provenienti dalla Valfontana e la realizzazione di una centrale elettrica in località San Rocco. I lavori avevano causato un netto aumento del traffico di auto in quella zona, cosa che disturbava non poco il pensionato, deciso a dissuadere gli automobilisti a frequentare la zona e a limitare così i rumori molesti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA