Auto contro una sbarra, treni fermi e altra serata da incubo per i viaggiatori
Forti disagi per i viaggiatori valtellinesi

Auto contro una sbarra, treni fermi e altra serata da incubo per i viaggiatori

Ritardi sino a 70 minuti sono stati causati dal danneggiamento di una sbarra del passaggio a livello di San Pietro Berbenno.

Serata di passione per i numerosi pendolari che ieri nel tardo pomeriggio si trovavano sui treni lungo la linea Tirano-Lecco-Milano. Ritardi sino a 70 minuti sono stati causati dal danneggiamento di una sbarra del passaggio a livello di San Pietro Berbenno.

A provocare questo inconveniente, come hanno affermato questa sera da Rfi, è stato il passaggio di un autoveicolo in violazione dell’articolo 147 del codice della strada che invita alla prudenza nelle vicinanze dei passaggi a livello. In sostanza chi era alla guida del mezzo è transitato con le sbarre in movimento, provocandone il danneggiamento. Il traffico ferroviario è andato in tilt sino a tarda ora. Solo dopo l’intervento sul posto degli operai, è stata ripristinata la circolazione.

Il treno 5293, che sarebbe dovuto partire da Sondrio alle 18,47 per arrivare a Lecco alle 20,45, è ripartito dalla stazione di San Pietro con 71 minuti di ritardo. Non è andata meglio a chi si trovava sul diretto 2572, che aveva lasciato Milano Centrale alle 18,20 ed era atteso a Tirano alle 20,52. Il convoglio ha accumulato 22 minuti di ritardo per lo stop forzato. A catena si sono bloccati i transiti degli altri treni previsti sulla tratta Tirano-Milano come il 5297 con partenza da Sondrio alle 19,47 e arrivo previsto a Colico alle 20,39.

Alle 20,42 sul sito di Trenord è apparsa la comunicazione che avvisava i viaggiatori di come tra le stazioni di Ardenno e San Pietro Berbenno causa un guasto a un passaggio a livello, erano previsti ritardi di circa 30 minuti, con i tecnici al lavoro per risolvere l’incoveniente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA