«AstraZeneca  In due giorni  600 vaccinati»
Nessuna dose sarà sprecata foto Gianatti

«AstraZeneca

In due giorni

600 vaccinati»

Previsioni Attesa ieri, la campagna al via nel weekend

«Nessuno spreco, per ogni disdetta ci sarà un subentro»

Vaccinare 600 persone in due giorni, fra oggi e domani, è l’obiettivo che si sono poste Asst Valtellina e Alto Lario e Ats della Montagna. Scopo, innanzitutto, chiudere il cerchio rispetto alla vaccinazione del personale docente e non docente della scuola che era in lista nei giorni scorsi, per un totale di 500 persone, e vaccinare anche un centinaio fra agenti della Polizia locale e volontari della Protezione civile.

Tutte persone che erano già in nota, programmate, ma per le quali le sedute sono saltate in seguito alla sospensione precauzionale della vaccinazione con AstraZeneca, sdoganato giovedì, con comunicazione giunta dall’Ema, l’Agenzia europea dei medicinali, e, in seguito, dall’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, dal Governo, e, quindi, da Regione Lombardia, intorno alle 18.

Letizia Moratti, vicepresidente e assessore regionale al Welfare, invero, aveva annunciato la ripresa delle vaccinazioni già a partire dalle 15 di ieri, ma, in provincia di Sondrio, il termine, è slittato. Tutti i centri vaccinali deputati ad accogliere il personale delle scuole, le forze dell’ordine e i volontari di Protezione civile sono rimasti intonsi. Riprenderanno a funzionare da oggi, alle 13, a Chiavenna e Sondalo, in entrambi i casi nei rispettivi ospedali, dove la somministrazione riprenderà domani, per l’intera giornata, in modo da sfoltire tutto l’arretrato.

Sono questi, del resto, i territori dove vive la maggior parte del personale scolastico per il quale la campagna non si era ultimata prima dello stop. Sempre domani si vaccinerà anche al Presidio ospedaliero territoriale di Morbegno, mentre a Sondrio l’agenda, spiegano da Asst, «era già stata completata prima della sospensione».

Anche se, va precisato, Sondrio è proprio il luogo in cui si sono avute le maggiori disdette, dato che, sia al Policampus, sia in ospedale, fra sabato e domenica scorsi, si sono recate 520 persone sulle 650 prenotate, mentre 20 in meno se ne erano presentate al Morelli di Sondalo, 280 su 300, e una sola in meno a Chiavenna, 219 su 220. Disdette se ne sono avute anche a Morbegno, ma non ci è noto il numero. In tutto 205 persone, appartenenti al mondo della scuola, avevano deciso di non sottoporsi ad AstraZeneca e, in questi due giorni, non sono stati richiamati. I 500 che verranno vaccinati oggi e domani, sono coloro che erano già in lista d’attesa e sono rimasti in sospeso dopo lo stop temporaneo al vaccino. Se e in che modo verranno “recuperati” i 205 ritiratisi all’ultimo momento, non è dato, al momento, sapere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA