Asst ValtLario, cambio alla guida  Broich prende il posto di Monza
Da sinistra Giovanni Monza, Giusy Panizzoli e Guido Broich

Asst ValtLario, cambio alla guida

Broich prende il posto di Monza

Passaggio di testimone a partire dal 2 ottobre nel ruolo di direttore sanitario della realtà aziendale.

Passaggio del testimone alla direzione sanitaria di Asst ValtLario. Guido Broich, 62 anni, tedesco di nascita, ma pavese d’adozione, che finora ha ricoperto il ruolo di direttore sanitario alla Fondazione Irccs San Matteo di Pavia, subentra dal 2 ottobre nel ruolo di Giovanni Monza, 57 anni, di Milano, in Asst ValtLario come direttore sanitario dal gennaio del 2016.

Broich con una lunga carriera nella sanità pubblica e privata, nell’insegnamento e nella ricerca in Italia e all’estero, è stato fra l’altro direttore sanitario all’Irccs Istituto Clinico Galeazzi di Milano e Coordinatore sanitario regionale con funzioni di direttore sanitario al Gruppo Policlinico di Monza. Questa nuova esperienza costituirà per lui un ulteriore banco di prova delle competenze acquisite, che potranno rivelarsi preziose nella gestione di una realtà aziendale così complessa com’è Asst ValtLario, coi suoi molteplici presidi ospedalieri, diffusi su un territorio montano tanto peculiare e vasto.

Nuovo incarico anche per Giovanni Monza, che dal 2 ottobre, andrà a ricoprire il ruolo di direttore sanitario all’Irccs San Matteo di Pavia.

«Ringrazio il direttore sanitario Giovanni Monza per averci affiancato col suo operato nella prima parte del nostro mandato in Asst ValtLario – dichiara Giusy Panizzoli, direttore generale -, sono sicura che il passaggio di consegne con Guido Broich, a sua volta manager di esperienza, avverrà nel segno della continuità rispetto a quanto fatto dal suo predecessore».

«Ritengo un’opportunità significativa quella di poter entrare in contatto con una realtà così impegnativa – afferma Broich –, dove l’applicazione del dettato della riforma, ovvero l’integrazione fra ospedale e territorio, costituisce una sfida che insieme ai miei colleghi e collaboratori intendo impegnarmi ad affrontare e vincere>.

«Ringrazio la dottoressa Panizzoli per la fiducia – sottolinea Monza –, per l’opportunità fornitami di fare un’esperienza così formativa in una realtà impegnativa qual è l’Asst della Valtellina e dell’Alto Lario. Ringrazio tutti i collaboratori per il contributo che mi hanno assicurato, che ha reso questa esperienza importante anche dal punto di vista umano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA