Asfalto, piante e segnali: chiusa   la pista ciclabile tra Morbegno   e Talamona. Si pedala solo in agosto
Il cartello affisso all’ingresso della pista ciclabile chiusa (Foto by foto sandonini)

Asfalto, piante e segnali: chiusa

la pista ciclabile tra Morbegno

e Talamona. Si pedala solo in agosto

Ascoltata la protesta arrivata da Cercino. La pavimentazione sarà fresata, rimossa e sostituita. Varie associazioni si prenderanno cura di alcuni tratti

Ciclabile chiusa fino ad agosto: al via la sistemazione per il tracciato frequentato da ciclisti e pedoni. Sono partiti questa settimana e dureranno almeno sino al 9 agosto i lavori sulla pista ciclo-pedonale, denominata “Sentiero Valtellina”, in zona “Isola”, nel tratto compreso tra la via Bruno Castagna (dal ponte sul fosso colatore) a Morbegno sino al confine con il comune di Talamona.

Ascoltata la denuncia arrivata dall’assessore ai lavori pubblici di Cercino, Fabrizio Acquistapace. Pochi giorni fa aveva parlato di uno stato «disastrato della pista ciclabile che attraversa tutta la Bassa Valle che peggiora inevitabilmente nelle giornate di pioggia, aggiungendo problemi a problemi già esistenti».

«La differenza con le ciclabili svizzere o austriache è lì da vedere - affermava -. Sui tratti misti dove si incontrano trattori o mezzi a motore, manca adeguata segnaletica, non ci sono gli stop e quindi la protezione per chi va a piedi o in bicicletta. Ora la protesta è stata accolta.

Le opere previste sono necessarie a consentire la fresatura e la rimozione della pavimentazione in asfalto, quindi la riasfaltatura del tratto. Lavori che rientrano negli “Interventi diffusi di sistemazione e completamento della pista ciclo-pedonale di fondovalle denominata Sentiero Valtellina” programmati dalla Comunità montana di Morbegno nei comuni di Talamona, Morbegno, Cosio Valtellino, Mantello e Delebio.

«L’intervento - spiegano dall’ente montano - è stato avviato nel maggio del 2014 con il protocollo d’intesa tra la Comunità montana con i comuni interessati, finalizzato in particolare all’eliminazione dei tratti a percorrenza mista e al completamento funzionale del circuito per una maggiore sicurezza degli utenti». Nel 2016 si è potuto dare avvio alle procedure d’appalto e nell’ottobre dello scorso anno le opere dell’importo di 294.440 euro sono stati aggiudicate alla ditta F.lli Bianchi di Lecco per l’importo di 215.300 euro (compresi 7.600 euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso d’asta). L’inizio lavori è avvenuto nel novembre 2016.

In programma la ripiantumazione degli alberi eliminati sul tratto talamonese, ma anche la messa in opera di piccoli interventi che risolveranno anche le problematiche segnalate da Fabrizio Acquistapace. Attraverso la convenzione fra Comunità montana e l’associazione Montagna viva di Delebio si interverrà nel tratto verso il ponte di Mantello. Si prenderà cura del tratto che si sposta verso il campo sportivo di Regoledo il gruppo sportivo Valgerola, mentre dall’Isola al ponte di Gande ci penserà la cooperativa Orizzonte di Talamona, infine nell’area di Ardenno la Cm è convenzionata per la manutenzione ordinaria con un’impresa agricola locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA