Arte, storia e novità, il museo guarda al futuro

Arte, storia e novità, il museo guarda al futuro

L’inaugurazione della “Vetrina del collezionista”, la presentazione del primo numero de “I Quaderni del Mvsa”, il nuovo logo , la definizione delle sue sezioni con l’aiuto di colori e l’apertura della pagina Facebook.

Dinamico e lanciato verso il futuro il Museo valtellinese di storia e arte di Sondrio scopre le molte novità finalizzate a far conoscere a tutti - anche ai non esperti - questo luogo prezioso per la città e la provincia. Perché, come d’altra parte ha sottolineato l’assessore alla Cultura del Comune Marina Cotelli, «i pubblici sono diversi per età e gusti».

Ma l’incontro è stato anche l’occasione per presentare ufficialmente il nuovo direttore, Alessandra Baruta, che dal 2 gennaio ha preso servizio. «Baruta ha cominciato a conoscere la struttura, ad organizzare il lavoro – ha detto l’assessore - e a tracciare le linee della propria direzione, inserendosi con garbo, ma con grande personalità».

«Al primo tavolo di lavoro ci siamo chiesti cosa volessimo comunicare all’esterno - ha affermato la neo direttrice -. Premesso che il nome Mvsa è quello che ci identifica, abbiamo rinnovato il logo (con il colore blu), visto che la comunicazione viaggia per brand, modernizzandolo, ma mantenendone l’eleganza. E abbiamo pensato anche alla declinazione “Mvsa kids”, vista l’attenzione per i bambini. Basti dire che, domenica scorsa, i laboratori creativi hanno portato al Museo un centinaio di persone fra bambini (23 fino a 3 anni e 26 da 4 a 9 anni) e genitori».

«Inoltre si è deciso di dividere il Museo in sei sezioni (archeologica, arte sacra, collezioni, Ligari, Novecento, storia), contraddistinte da un colore che il visitatore ritroverà nelle sale. E abbiamo inaugurato la pagina Facebook che, in meno di 24 ore, ha totalizzato 230 “Mi piace”, che fa capire come la cittadinanza sia interessata alle nostre attività. D’altra parte i musei non sono solo luoghi fisici, ma anche luoghi in cui il tempo diviene spazio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA