Arrestato l’autore dei furti sulle auto  Raffica di colpi tra Talamona e Traona
Arrestato dai carabinieri di Morbegno l’autore di numerosi furti d’auto

Arrestato l’autore dei furti sulle auto

Raffica di colpi tra Talamona e Traona

Le telecamere di videosorveglianza hanno permesso di identificare un sondriese. Ispezionava le vetture parcheggiate, spaccava i finestrini e rubava tutti gli oggetti di valore.

É stato arrestato il ladro che ha messo a segno più di 20 furti nelle automobili parcheggiate in Bassa Valle. Grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza, i carabinieri hanno identificato G.M., 31enne sondriese, come autore dei furti, già conosciuto alle forze dell’ordine.

«Ero stato informato della soluzione del caso dal comandante di Morbegno Antonio Sottile - racconta il sindaco di Talamona, Fabrizio Trivella -, con cui sono in costante contatto quando si verificano furti o vandalismi sul territorio comunale». La scorsa estate la stazione dei carabinieri di Morbegno ha ricevuto numerose denunce di furto e danneggiamento di autovetture. Il modus operandi in Bassa Valle in quel periodo era sempre lo stesso in tutte le località del Morbegnese. Le vittime, infatti, hanno segnato agli uomini dell’Arma che dopo aver lasciato la loro automobile parcheggiata in zona Isola, tra Morbegno e Talamona, nonché in alcuni parcheggi di Delebio e Traona, al rientro ritrovavano il finestrino in frantumi e la scomparsa degli oggetti lasciati sul mezzo di trasporto.

Lo studio del fenomeno ha permesso di individuare le aree interessate e ha consentito ai carabinieri di avviare un’attività investigativa. Come è emerso nelle immagini della video sorveglianza, l’autore dei furti ispezionava le auto parcheggiate e trovandole solitamente chiuse, spaccava il finestrino e rubava tutti gli oggetti di valore che trovava, prima di allontanarsi dalla zona per non destare sospetti. I carabinieri hanno attribuito a G.M. più di 20 furti, senza contare quelli effettuati a Delebio e Traona, per un guadagno approssimativo di qualche migliaio di euro di merce trafugata.

Qualche giorno fa il giudice ha condiviso la richiesta avanzata dal pubblico ministero e ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari. «La nostra Polizia locale – aggiunge il sindaco Trivella - spesso supporta le indagini mettendo a disposizione delle forze dell’ordine le registrazioni delle nostre telecamere. E l’impegno del comune di Talamona sul fronte sicurezza è noto da tempo e i riscontri sono positivi. Anche il Prefetto, molto attento a queste problematiche, ha espresso il suo apprezzamento per l’ulteriore stanziamento di fondi a bilancio del comune per potenziare il controllo del territorio».

Il Comune di Talamona ha messo di recente a bilancio 11mila euro per potenziare la sorveglianza elettronica che pur esiste su parte del territorio: verranno posizionate quattro nuove telecamere, due in zona Case Giovanni per monitorare l’incrocio e le strade che portano ai maggenghi; una in via Don Cusini e una verso Paniga, per controllare anche il parcheggio dove si sono verificati furti nelle auto quest’estate. Le telecamere arriveranno anche vicino ai binari del treno, anche in questo caso si tratta di quattro occhi elettronici che terranno sotto controllo la stazione e il sottopasso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA