Arma dei carabinieri, concorso artistico rivolto agli alunni
Il colonnello Emanuele De Ciuceis

Arma dei carabinieri, concorso artistico rivolto agli alunni

Scuole medie e superiori coinvolte nella proposta per spiegare con disegni o parole il mondo della divisa.

“L’Arma dei carabinieri nella provincia di Sondrio” è il tema del concorso artistico rivolto agli alunni delle scuole medie e superiori di Valtellina e Valchiavenna, chiamati a dare libero sfogo a creatività e fantasia, per interpretare con i loro occhi il mondo della divisa: chi con disegni, chi con le parole oppure con rappresentazioni. Hanno tempo sino al 10 maggio per presentare gli elaborati, mettendosi in gioco e accettando la proposta dell’Arma dei carabinieri provinciale guidata dal comandante colonnello Emanuele De Ciuceis, che con la collaborazione dell’Ufficio scolastico territoriale (Ust) ha indetto il bando pubblicato sul sito dell’Ust.

«L’obiettivo di questa iniziativa è quello di avvicinare ancor più i carabinieri al mondo dei giovani e comprendere meglio non solo quali sentimenti provano i nostri ragazzi nei confronti dell’Arma e come vedono il rapporto tra gli uomini in divisa e il territorio, ma anche quali siano le loro aspettative e le loro speranze - spiega De Ciuceis -. Il concorso si inserisce nell’ambito del progetto “Cultura della legalità” per il quale recentemente, tra l’altro, il comandante della Legione carabinieri Lombardia ha stipulato un protocollo d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale, finalizzato a rendere ancora più efficace e costante il rapporto di collaborazione tra l’Arma e le istituzioni scolastiche».

Toccherà a una commissione giudicare entro il 20 maggio le opere in concorso: in giuria ci saranno due insegnanti, il comandante della compagnia di Sondrio, capitano Serena Federica Galvagno, nonché due giovani della Consulta provinciale degli studenti. Saranno valutati l’aderenza alla traccia, l’originalità e l’efficacia del messaggio comunicato con l’opera.

Ai quattro vincitori, due per le medie e due per le superiori, sarà consegnato un attestato il 5 giugno in occasione della cerimonia di celebrazione del 205° annuale di fondazione dell’Arma. Dal canto suo Fabio Molinari, dirigente dell’Ust, invita gli studenti a cogliere al volo l’opportunità: «Invito le scuole a prendere parte a questa interessante iniziativa. Si tratta di un’occasione importante per diffondere fra i nostri ragazzi la cultura della legalità attraverso strumenti efficaci quali l’arte, la creatività e la fantasia».

Molinari è convinto che «sarà per tutti uno stimolo importante per approfondire la conoscenza sull’affascinante universo dell’Arma, così prezioso e fondato su valori irrinunciabili quali la giustizia e la legalità», conclude ringraziando «De Ciuceis sempre molto attento e sensibile al mondo della scuola e al tema dell’educazione fra i più giovani».


© RIPRODUZIONE RISERVATA