Area Passerini, il muro non sarà abbattuto
L’area Passerini: da tempo i residenti si lamentano «per la sporcizia e le cattive frequentazioni»

Area Passerini, il muro non sarà abbattuto

Morbegno, i residenti ne chiedevano la demolizione per dare maggiore visibilità e possibilità di controllo. Secondo la commissione ci sono elementi di pregio. Il sindaco: «Al suo fianco ci sarà un camminamento».

Non verrà abbattuto il muro dell’area Passerini a Morbegno, ma al suo fianco, per dare una veste urbana alla zona, verrà realizzato un camminamento. Questa sarà una delle prime risposte che il Comune darà agli abitanti della zona nord della città che, a più riprese e forti di una raccolta firme, si sono lamentati dello stato di salute dell’area Passerini, nota ai morbegnesi come area pubblica, lo spiazzo verde frutto del lascito di un benefattore al Comune, che si estende accanto a via Merizzi. Area che, come noto, è stata segnalata ripetutamente dai residenti come zona di «cattive frequentazioni», ma anche come area degradata e sporca.

Dopo la petizione, la riunione nel comitato di zona e quindi l’incontro con il sindaco Andrea Ruggeri, il comandate dei carabinieri Antonio Sottile e il comandante dei vigili urbani Paolo Tarabini, i cittadini hanno denunciato innanzitutto una situazione di illegalità, riconoscendo le «potenzialità dell’area» così hanno proposto di abbattere il muro che costeggia via Bottà ed eliminare la siepe fra via Bottà per dare maggiore visibilità e quindi maggiore possibilità di controllo sull’area oggetto di contestazioni.

«Abbiamo subito preso in considerazione la proposta dell’abbattimento del muro avanzata dagli abitanti, prima però l’abbiamo sottoposta alla commissione paesaggio che ha ravvisato elementi di pregio cioè di memoria storica del muro - precisa il sindaco Ruggeri, riprendendo fra l’altro le osservazioni di uno dei componenti della commissione, l’architetto Roberto Paruscio che aveva partecipato all’ultima assemblea del comitato di zona -. Quindi, ma resto in attesa del pronunciamento definitiva della commissione, con tutta probabilità il muro non verrà abbattuto, ma vicino ad esso sarà realizzato un camminamento per conferire un aspetto più decoroso al luogo e renderlo così più vivibile, Nel frattempo si provvederà al potenziamento dell’illuminazione e proseguono i controlli delle forze dell’ordine».

Dal canto loro, invece, gli abitanti hanno deciso di mobilitarsi per tenere vivo «il polmone verde in una zona strategica della città che sarebbe un peccato perdere». I residenti della zona nord di Morbegno hanno pianificato una primissima strategia d’azione per riappropriarsi dell’area Passerini organizzando dal mese di marzo quelle che i presenti alla riunione del comitato hanno denominato giornate informali durante le quali riunirsi all’area pubblica per i più svariati motivi (da un aperitivo comunitario a un pic nic eccetera), «poi ci piacerebbe che la giornata ecologica comunale si chiudesse nell’area Passerini. Inoltre chiederemo al Comune la possibilità di attrezzare la zona a favore soprattutto dei ragazzi adolescenti. Si potrebbe pensare a un percorso Vita o fitness, alle pedane per gli skateboard, un mini campo da basket, ma anche alcuni tavoli e panchine e ovviamente alcuni cestini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA