Architettura e ingegneria  Il Politecnico festeggia  sessanta nuovi laureati
Un momento della cerimonia dell’aprile scorso

Architettura e ingegneria

Il Politecnico festeggia

sessanta nuovi laureati

È in programma per domani, mercoledì, un nuovo intenso momento di festa al Polo lecchese del Politecnico di Milano.

Nel pomeriggio, infatti, per una sessantina di ragazzi arriverà l’agognato e sudato appuntamento con l’ottenimento della laurea magistrale, al termine di un lungo e impegnativo periodo di studio.

Saranno esattamente 58 gli studenti che potranno vestire l’alloro, dopo la proclamazione che avrà luogo nell’aula magna del Campus di via Previati a partire dalle 16. Qui, ad applaudire i neoprofessionisti saranno in primo luogo le rispettive famiglie, che hanno supportato i ragazzi e li hanno aiutati ad arrivare fino in fondo a questo percorso.

Ecco, quindi, i nomi dei veri protagonisti della giornata di domani, che non mancheranno naturalmente di festeggiare in maniera adeguata il raggiungimento di questo traguardo.

Ingegneria Meccanica - Mechanical Engineering: Luciano Alessandro Albanetti, Sara Antonioli, Luca Barzani, Vinay Kumar Basapura Srinivasareddy, Neelakandan Vinodhra j, Carlo Battiston, Marco Colosimo, Alessandro Bonanomi, Elena Lucia Brocchi, Murali Krishna Cintagampalli Munikrishnappa, R aj Kumar Mutha, Giulio Cresseri, Carlo Sala, Andrea Gurini, Mathiazhagan Pradeepan, Giovanni Ruggeri, Federico Rusconi, Davide Tieghi, Fabio Brian Valli.

Ingegneria Civile - Civil Engineering for Risk Mitigation: Batuhan Der, Katherina Flores Ferreira, Lisdey Verónica Herrera Gómez, Raul Hernan Moreno Montoya, Qiongzhen Tang, Juan Fernando Toro Herrera, Ruben Valsecchi, Mo Xu, Matteo Zucchi.

Building and Architectural Engineering: Arun Kumar Abbavaram, Lakshmi Varshini Dontu, Sepideh Ebad Sichani, Akshit Gupta, Michail Mousmoulis, Milad Moghary, Ismail Selit, Yibin Yang, Adilzhan Mussa, Ulpan Temirgalikyzy, Margaret Rose Sisila.

Corso di Laurea Quinquennale in Ingegneria Edile/Architettura: Justina Cali, Mary Priyanthini Gnanapragasam, Laura Carluccio, Camilla Costantin, Mary Priyanthini Gnanapragasam, Arianna Iacomino, Natasha Lazzari, Marco Luigi Mapelli, Rocco Stefano Misale, Francesco Rainoldi, Paolo Mastronardi, Vincenza Rallo, Dalila Santoro, Michele Redelberger.

Tra i vari argomenti sviluppati nelle tesi ce ne sono anche diversi strettamente connessi a situazioni lecchesi. È il caso del lavoro svolto da Francesco Bestetti e Giorgio Marco Mattiolo, che hanno messo a punto la loro tesi sul tema “Impiego di compositi FRCM per il retrofitting antisismico di edifici in muratura. Applicazione al progetto di recupero dell’ex padiglione maternità dell’Ospedale di Lecco», nel quale andrà a collocarsi la nuova struttura a completamento del campus universitario.

Carlotta Congedo, invece, si è occupata di “Grow Net. Recupero e Consolidamento Strutturale dell’Ex Area Industriale Biokosmes”, mentre Agnese Di Salvo e Marta Terrani hanno rivolto la loro attenzione al rione di Pescarenico mettendo a punto “ALLinclusive, un progetto di innovazione sociale per la rigenerazione di Lecco”.

Si intitola invece “Reverse, progetto per la valorizzazione e la conservazione del patrimonio industriale della valle del Gerenzone a Lecco” la tesi di laurea di Riccardo Pivetta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA