Aprica, da dicembre parcheggi a pagamento
Durante l’inverno i parcheggi su via Roma vengono utilizzati male

Aprica, da dicembre parcheggi a pagamento

La giunta Corvi attua un progetto ventilato da mesi per migliorare la sosta in via Roma. «Così si crea ricambio nella via dello shopping e si incentiva l’uso dei posti auto privati».

L’aveva ventilato il sindaco di Aprica, Dario Corvi, nei mesi scorsi: «Ci vuole un cambiamento nella gestione dei posteggi». E questo sia per far fronte alla carenza di parcheggi nei periodi di punta dell’affluenza turistica sia per dare più ordine alla località. Ad un mese dalla partenza della stagione sciistica arriva ora l’annuncio: sarà istituita la sosta a pagamento.

«L’amministrazione comunale di Aprica, dal suo insediamento, ha da subito messo al centro il tema della riqualificazione di corso Roma - afferma Corvi -. Un tema complesso che chiede di essere affrontato attraverso politiche integrate, che riguardano sia l’organizzazione fisica e spaziale che la regolamentazione del sistema della mobilità. Il tema della sosta, in particolare, rappresenta da sempre una criticità per il nostro paese, sia per la carenza della dotazione che per l’assenza di regole precise, che hanno portato, soprattutto nei periodi di alta stagione, a determinare situazioni generali di non corretto utilizzo dei parcheggi».

In un quadro complessivo di razionalizzazione nell’uso degli spazi per la sosta, l’amministrazione ha, dunque, deciso di istituire, a partire dal 1 dicembre, la sosta a pagamento su corso Roma, il viale principale di Aprica che corrisponde con la statale 39 del passo. Attraverso questo sistema si valuta di poter ottenere molteplici risultati. In primo luogo «si vuole generare una maggiore rotazione della sosta che significa materialmente avere più spazi a disposizione - prosegue il primo cittadino -. Aspetto, questo, fondamentale per un ambito lungo il quale gravita la maggior parte delle attività commerciali della località. Un secondo aspetto riguarda l’effetto indotto di stimolo all’utilizzo degli spazi privati per la sosta, compresi quelli interrati, che spesso vengono sotto-utilizzati proprio perché non è presente una regolamentazione della sosta pubblica sul viale principale di Aprica. Ciò significa implementare, realmente, le aree per la sosta effettivamente disponibili. Infine, ci sarà la possibilità di attivare investimenti per ulteriori dotazioni, oggi non sostenibili dalle sole casse comunali». Complessivamente si valuta, pertanto, che siano prevalenti gli aspetti positivi e le opportunità derivanti dall’introduzione di questo sistema di regolamentazione, peraltro ampiamente diffuso nelle principali località turistiche e non solo.

Rispetto alle tariffe, si prevede sosta libera per i primi 15 minuti, un pagamento minimo di 40 centesimi che diventano 1 euro per la prima ora, con lo scatto della tariffa giornaliera oltre i 6 euro. I residenti avranno la possibilità di acquistare un “pass annuale” al costo di 100 euro per la prima auto, costo che sarà dimezzato per le altre vetture dello stesso nucleo famigliare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA