Appena scarcerato è tornato a rubare   Dalla bici allo scooter
La caserma di Morbegno

Appena scarcerato è tornato a rubare

Dalla bici allo scooter

Talamona: avrebbe dovuto lasciare la provincia di Sondrio, invece si è fatto sorprendere a rubare un motorino.

Si era difeso davanti al giudice raccontando di aver “preso” e non rubato la bicicletta inforcata nel piazzale di un’azienda, solo per poter raggiungere il prima possibile la stazione di Talamona dove lo attendeva il treno. Poi però si era pentito e la stava lasciando quando lo hanno sorpreso (e arrestato) i carabinieri.

L’uomo, 47 anni di Colico, si era visto convalidare l’arresto, ma si era visto concedere il divieto di dimora in Valtellina. In una parola non avrebbe più dovuto rimettere piede in provincia di Sondrio.

Invece, poche ore dopo, sempre a Talamona, si è impossessato di uno scooter per poi abbandonarlo nell’abitato del paese. Il proprietario del mezzo non si era neanche accorto del furto, invece, veniva informato dai carabinieri di Morbegno, che nella serata, avevano rinvenuto il mezzo. Il luogo del ritrovamento ha fatto insospettire i militari. Gli accertamenti, immediatamente avviati per scoprire l’autore, hanno portato ben presto al ladro, che veniva rintracciato in un appartamento di Talamona: in tasca aveva ancora le chiavi del motorino, che forse gli sarebbe stato ancora utile per altri spostamenti. All’arresto si somma ora la denuncia a piede libero per furto aggravato e inosservanza al provvedimento del giudice che gli aveva intimato di lasciare il territorio della provincia di Sondrio e fare rientro alla comunità dove è in cura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA