Appalto per il ponte in Val di Pai: pubblicati i termini della gara
Il cantiere fermo in Val di Pai

Appalto per il ponte in Val di Pai: pubblicati i termini della gara

La Provincia ha aperto i termini per la presentazione delle offerte per l’opera al confine tra i Comuni di Gerola e Pedesina che servirà a superare un tratto particolarmente difficile della strada di collegamento con il fondovalle.

Gara pubblicata per l’appalto dei lavori di realizzazione del ponte sulla Val di Pai. La Provincia ha aperto i termini per la presentazione delle offerte per l’opera al confine tra i Comuni di Gerola e Pedesina che servirà a superare un tratto particolarmente difficile della strada di collegamento con il fondovalle.

L’importo complessivo a base dell’appalto è pari a 2milioni 930mila euro di cui 216mila per oneri di sicurezza, non soggetti a ribasso. Le opere sono finanziate con fondi regionali e fondi propri della Provincia e il termine di esecuzione dei lavori è stabilito in 360 giorni consecutivi a decorrere dalla data di consegna dei lavori. Il termine per il ricevimento delle offerte o domande di partecipazione è il 10 febbraio prossimo. I lavori dovrebbero dunque poter partire in primavera. L’intervento è atteso da anni per il miglioramento della viabilità della Val Gerola ma la sua realizzazione è stata ostacolata da diversi problemi sfociati nella risoluzione del contratto sottoscritto con l’impresa che aveva iniziato i lavori. Le opere avevano infatti preso il via nel febbraio 2008 e a poco più di un anno dall’inizio dei lavori, a seguito di mesi di difficoltà nella realizzazione del progetto, disagi per i cittadini legati alla chiusura dell’unico collegamento con il fondovalle e contestazioni, la Provincia era arrivata alla risoluzione del contratto riscontrando ritardi nello svolgimento delle lavorazioni e una grave difformità di realizzazione che avrebbe comportato un grave rischio per la stabilità dell’opera. Da allora gli abitanti e i turisti della valle convivono con i resti di quel cantiere che ancora condizionano la circolazione dei veicoli ma che presto rivedranno i mezzi al lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA