Annuncio a sorpresa  durante la protesta  «Traona, sì al ponte nuovo»
La manifestazione ieri a Traona : circa 250 persone hanno risposto all’appello del comitato organizzatore (Foto by Foto Gianatti)

Annuncio a sorpresa

durante la protesta

«Traona, sì al ponte nuovo»

È stato detto nel corso della manifestazione. Accordo raggiunto con Anas e Regione, ci sono i tempi

C’è l’accordo politico per realizzare un nuovo ponte e l’agenda è serrata, con appalto dei lavori nella seconda metà del prossimo anno e un investimento complessivo di 6milioni di euro.

Lo ha annunciato ieri il sindaco di Traona, Maurizio Papini riportando l’esito del tavolo che ha riunito gli assessori regionali alle infrastrutture Claudia Maria Terzi e alla montagna Massimo Sertori, i vertici regionali di Anas, la Provincia che hanno preso l’impegno politico di reperire i finanziamenti necessari per il nuovo ponte.

«Il presidente della Provincia Elio Moretti mi ha ribadito ulteriormente che anche la Provincia c’è. Io voglio ringraziare il presidente perché ci ha messo la faccia e si è assunto responsabilità che a mio parere non sono sue».

Anas ha ormai completato lo studio di fattibilità per la realizzazione del nuovo ponte, previsto circa 30 metri a ovest dell’attuale, a doppia corsia con struttura mista in acciaio e calcestruzzo, con due pile invece delle 4 dell’attuale. L’accordo politico raggiunto prevede la definizione in tempi strettissimi di una convenzione tra Anas e Provincia per finanziare la progettazione definitiva – esecutiva per un importo di circa 250mila euro. Il progetto definitivo arriverà a novembre, poi 5 mesi per la fase autorizzativa e il progetto esecutivo per giugno 2022. «In questo arco temporale c’è l’impegno politico di trovare il finanziamento necessario per arrivare dopo l’estate 2022 ad appaltare i lavori».

Nell’annunciare il risultato ottenuto, il sindaco Papini ha riconosciuto il valore dell’iniziativa dei commercianti locali e dei cittadini «sfociata in questa che forse inizialmente è nata come forma di protesta ma che poi si è incanalata nel giusto percorso di una manifestazione a favore di un nuovo ponte e non contro un qualcosa. E la presenza dei sindaci del territorio, che ringrazio, è la dimostrazione della valenza istituzionale di questa manifestazione che ha come obbiettivo quello di porre l’attenzione sulla realizzazione di un’opera strategica per l’intero mandamento del morbegnese. Il collegamento Cosio – Traona non è importante solo per Traona, ma lo è per l’intera costiera retica, anzi lo è per l’intero mandamento di Morbegno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA