Ancora 22 contagi  Va meglio al Morelli  solo 2 in intensiva
Distribuzione delle mascherine in città

Ancora 22 contagi

Va meglio al Morelli

solo 2 in intensiva

Complessivamente i casi positivi saliti a 1341

«Bisogna continuare ad avere grande prudenza»

Sondrio

La ricerca mirata del contagio attraverso l’effettuazione del test sierologico sugli operatori sanitari e sulle persone in quarantena in quanto portatrici di sintomi simil covid lievi, avviata due settimane fa dall’Ats della Montagna, sta ritornando in termini di nuove positività accertate.

Che se l’altro ieri erano 25, ieri erano poco meno, 22, di cui 19 rilevate nella popolazione residente e dimorante, e 3 fra gli ospiti delle strutture protette per anziani e per disabili.

Numeri che portano il totale dei positivi in provincia di Sondrio, dall’avvio dall’emergenza, cioè dal 22 febbraio scorso, a quota 1341, in base ai dati Ats della Montagna.

Di questi, 954 fanno capo alla popolazione, e 387 agli ospiti di Rsa e Rsd.

Sul totale, poi, va rilevata la nota positiva del sempre maggiore impatto delle persone guarite, negative al doppio tampone di controllo, salite, ieri, di 23 unità, per un totale di 474.

Variazione in aumento, purtroppo, anche per il dato riferito ai decessi, pari a 189, uno in più sul giorno precedente.

Questi i dati forniti dall’ufficio stampa di Ats della Montagna, mentre Asst Valtellina e Alto Lario, a sua volta, ha fatto il punto sull’attività, in settimana, del centro covid Morelli di Sondalo.

«I numeri di attività continuano a scendere - dichiara Tommaso Saporito, direttore generale di Asst Valtellina e Alto Lario - ma non mancano i nuovi positivi e i ricoveri a conferma dell’alto rischio di contagio ancora presente. Bisogna avere ancora prudenza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA