Lunedì 29 Settembre 2014

Alle Bormiadi la prima

vittoria va ai “Livignasc”

Una delle squadre che partecipano alla seguitissima kermesse
(Foto by foto lab)

È dei Livignasc la prima vittoria della ventinovesima edizione delle Bormiadi, le miniolimpiadi dell’Alta Valle che per cinque settimane vedranno sfidarsi trentadue squadre per circa cinquecento concorrenti provenienti da Livigno a Grosio.

Sabato sera l’imponente, colorata e chiassosa sfilata ha aperto ufficialmente i giochi con gli Skiador, i vincitori della passata edizione, impegnati nell’accensione della fiaccola olimpica.

A dare il benvenuto ai numerosi atleti il sindaco di Bormio Giuseppe Occhi e Pierluigi Spechenhauser, presidente dell’Unione Sportiva Bormiese, cabina di regia della kermesse.

Di seguito la prima gara, una delle più spettacolari con dodici concorrenti per squadra impegnati nella staffetta lungo il centro storico di Bormio.

Prima posizione per i Livignasc che hanno chiuso con 31’13 davanti agli Erpik (31’20) ed ai Balabiott (31’38) che, rispetto alla passata edizione, hanno conquistato ben tredici posizioni nella classifica generale. In campo femminile oro per Le Dacky’s (40’10), ventiquattresime nella classifica generale, che sono partite subito forte mettendo in fila Las Maracas (41’11) e Pedalà (41’18) nella prima sfida tra le otto squadre in rosa di questa edizione dell’oktoberfest sportiva dell’Alta Valtellina. Giù dal podio, invece, Boleibola, Lambreta, Samrtyes, Turbolente e Rosumeda Girls che solo in undici non hanno potuto concludere la gara.

© riproduzione riservata